24° Prealpi Master Show: splendido tris di Simone Romagna sugli sterrati del Quartier del Piave

Splendido tris di Simone Romagna al 24° Prealpi Master Show! Il portacolori della vicentina Hawk Racing Club, affiancato da Dino Lamonato, su Skoda Fabia R5 Evo, ha preceduto il padovano Nicolò Marchioro e il sanmarinese Jader Vagnini; per lui terzo assoluto sugli sterrati del Quartier del Piave dopo quelli del 1999 e del 2021.
Il “gioiello” del Motoring Club, ancora una volta, ha riscosso grandi consenti e notevole partecipazione. Da applausi il “good job” dello spettacolare campione finlandese Jari-Matti Latvala, in versione apripista.

Terza perla di Simone Romagna al Prealpi Master Show! Il pilota vicentino, in coppia con Dino Lamonato, su Skoda Fabia R5 evo, ha colto il terzo assoluto (dopo quelli del 1999, nella prima edizione e quello del 2021), nel classico rally sterrato proposto dal Motoring Club.
Sul podio assoluto il portacolori dell’Hawk Racing Club ha preceduto il padovano di Este Nicolò Marchioro (con Marco Marchetti, su Skoda Fabia R5 Evo) di 4.7 secondi e il sanmarinese Jader Vagnini (con Stefanie Daniela Rucker, su Skoda Fabia) di 8.4 secondi. Romagna (tre), Marchioro (due) e Vagnini (una) si sono spartiti i successi nelle sei prove speciali della manifestazione che ha animato e colorato il Quartier del Piave per tutta la giornata.
Come vuole la tradizione di questo evento, autentica festa del rally dal sapore antico, molto numeroso è stato il pubblico che ha seguito le evoluzioni dei 112 equipaggi verificati lungo i tratti della “San Tiziano” e della “Le Rive”, prove che, edizione dopo edizione, sono state teatro della bella storia sportiva di questa corsa. Il 24° Prealpi Master Show ha regalato spettacolo ed è risultato una competizione piuttosto avvincente ed incerta, anche se nelle
primissime battute sono stati costretti ad uscire di scena due tra i protagonisti più attesi e titolati: Mauro Trentin, recordman di successi e podi al Prealpi Master Show, fuori dai giochi nella PS1; il pluricampione tricolore Paolo Andreucci, ritiratosi allo start della terza PS “San Tiziano”, per un malaugurato guasto al motorino d’avviamento della sua Citroen C3.
Molto applaudito, sul percorso e sul palco d’arrivo, anche il super ospite d’onore della competizione: il tre volte vicecampione del Mondo rally, Jari-Matti Latvala. Il pilota finlandese, che proprio con il Motoring di Gabriele Favero iniziò, qualche anno fa, la sua importante carriera professionistica (ha vinto ben 18 gare iridate), ha dato spettacolo
al volante della sua Toyota Celica St 185 (bellissima vettura, ma non di ultima generazione) con la quale, pur svolgendo egregiamente il compito di “apripista zero”, si è tolto anche la soddisfazione di segnare tempi non ufficiali di assoluto rilievo.
Fonte: Roberto Bona
Foto: Mauro Di Pasquale

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Inaugurata l’edizione 2024 dei Vespa World Days

MIGLIAIA DI VESPISTI PROVENIENTI DA TUTTO IL MONDO HANNO GIÀ INVASO PONTEDERA NEL PRIMO GIORNO DEL GRANDIOSO RADUNO. IL TAGLIO DEL NASTRO AL VESPA VILLAGE, MENTRE AL MUSEO PIAGGIO SI È APERTA LA MOSTRA “VESPA ALL OVER THE WORLD”. CONSEGNATA ALLA POLIZIA DI STATO UNA SPECIALE VESPA GTS, CHE APRIRÀ LA SPETTACOLARE PARATA DI SABATO

7° Rally Internazionale Storico Costa Smeralda: le prove e gli orari

A poche ore dallo start della gara organizzata da ACI Sassari, si forniscono informazioni e dettagli utili sulle località e le strade interessate. Con l’avvio delle verifiche sportive presso il Conference Center di Porto Cervo la settima edizione del Rally Internazionale Storico Costa Smeralda entra nella fase decisiva; di seguito, si forniscono alcune informazioni sugli

Team Bassano in forze al Rally Storico Costa Smeralda

Sfiorano le tre decine gli equipaggi della scuderia veneta, presente in massa al secondo round del CIRAS e del Trofeo A112 Abarth. Sono ben ventinove gli equipaggi del Team Bassano iscritti all’edizione 2024 del Rally Storico Costa Smeralda, ventotto dei quali in gara nel rally e un ulteriore, quello formato da Leopoldo Di Lauro e

error:
Torna in alto