SPAZIO PUBBLICITARIO DISPONIBILE

Il 42° Rally Due Valli propone un percorso rinnovato con la più lunga prova speciale del campionato italiano 2024

Saranno 7 le speciali suddivise nei due giorni con oltre 106 chilometri cronometrati. Torna la “Postuman” come Power Stage, novità la “Bolca” che sfiora i 26 chilometri e si propone come il tratto cronometrato più lungo del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco 2024 ad oggi. Affascinante la “San Mauro di Saline” con un inedito tratto finale molto tecnico. Partenza e arrivo in Piazza Bra a Verona.
Il 42° Rally Due Valli ha tolto il velo ieri sera alla Just Academy di Grezzana davanti ad un numerosissimo pubblico di piloti ed appassionati. La corsa veronese tornerà quest’anno nel Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco del quale sarà il quarto appuntamento, oltre ad essere round anche per la Coppa Rally di 4^ Zona.

A presentare l’evento sono stati il Direttore dell’Automobile Club Verona Riccardo Cuomo, in rappresentanza del Presidente Adriano Baso, il Presidente di ACI Gest Srl Alberto Riva, già direttore di gara del Rally Due Valli, e Paolo Pisani, disegnatore del percorso e componente di ACI Verona Sport.

In programma per la prima volta in estate, dal 27 al 29 giugno, il 42° Rally Due Valli si correrà su di un percorso rinnovato che rispecchia i canoni del format della serie pur con una interpretazione inedita che ha deciso di dare priorità alle prove di lungo chilometraggio. Esclusa la Power Stage iniziale, tutti gli altri tratti cronometrati saranno sopra i 12 chilometri di sviluppo con la prova speciale di “Bolca” che, dall’alto dei suoi 25.26 chilometri, è ad oggi la più lunga del campionato 2024.

Il programma inizierà già giovedì con i test obbligatori che saranno organizzati a Grezzana, sul tratto di strada che da Loc. Busoni scende verso il capoluogo della Valpantena. Questa sessione pre gara coinvolge gli iscritti al CIAR Sparco e sarà un bell’antipasto anche per gli appassionati. La gara entrerà nel vivo il venerdì dalle 7:30 con le prove libere e la Qualifying Stage, il nuovo format introdotto quest’anno. I primi dieci piloti delle qualifiche potranno selezionare la loro posizione di partenza in una cerimonia che si svolgerà nel primo pomeriggio alla hospitality ACI Sport in parco assistenza. Alle 15:00 la partenza dal proprio dal parco assistenza, allestito a Veronafiere, per il passaggio iniziale in Piazza Bra, nel cuore di Verona, che permetterà a tutti i concorrenti di godere della splendida cornice del centro cittadino.

La prima frazione includerà tre prove: due giri su “San Mauro di Saline” di 12.94 chilometri, una rivisitazione della vecchia Porcara, ma terribilmente tecnica e difficile. Strada stretta, tanti cambi strada spettacolari, tratti su cemento. Un toboga che per alcuni versi richiama le linee dell’ADAC Rally Deutschland, specie nella seconda parte inedita per il Due Valli. Da sempre croce per i piloti e delizia per il pubblico questa frazione non si sottrarrà dall’essere decisiva per la classifica. Il secondo passaggio sarà in notturna, alle 20:30, e nel mezzo si disputerà la “Postuman”, Power Stage di 2.01 chilometri prevista alle 16:54, la stessa usata per libere, qualifiche e shakedown. La Power Stage verrà trasmessa in diretta televisiva su ACI Sport TV (integralmente) e RAI Sport oltre che in streaming. Ripropone lo stesso sviluppo del 2022, con discesa da Castagnè a Mezzane di Sotto su strada abbastanza larga salvo il passaggio nell’abitato di Postuman, molto stretto. È qui che Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto si laurearono campioni italiani per la seconda volta.

La seconda giornata, sabato 29 giugno, si dipanerà su quattro speciali, due da ripetere per due volte. “Moruri” di 14.03 chilometri sarà la versione allungata della “Postuman” e infatti si concluderà nel medesimo tratto in discesa. Si aggiungerà una sezione molto varia iniziale con la salita stretta dal Pian di Castagnè a Caiò, tratto centrale largo su strada a doppia corsia e poi discesa stretta fino a Moruri, dove si riaggancia il tratto usato per la Power Stage.

Attesissima la “Bolca”, vero fiore all’occhiello del programma 2024. Questo tratto, che unisce vari pezzi usati in più prove della tradizione del Rally Due Valli, parte da Campiano, scende verso Finetti, sale alla Croce del Vento e poi alla Collina di Badia Calavena definito il Turini veronese. La prova scende poi fino a lambire San Giovanni Ilarione dove torna a salire verso Bolca passando prima per Vestenavecchia.

Arrivo in Piazza Bra, a Verona, dalle 18:30 circa del sabato. La Direzione Gara sarà a Veronafiere, che nel Parcheggio Multipiano ospiterà anche la pregevole iniziativa “Rally Therapy” al giovedì sera. L’iniziativa, ideata qualche anno fa, permetterà a ragazze e ragazzi diversamente abili di salire a bordo di auto da rally per vivere un’emozione, in collaborazione con l’ULSS 9 Scaligera.

“Il lavoro di tutta la squadra è stato particolarmente intenso quest’anno – ha precisato il Presidente dell’Automobile Club Verona Adriano Baso – Disputare il Due Valli in piena stagione lirica è una sfida importante per tutti noi, ma grazie al lavoro del nostro staff, del Direttore, di ACI Verona Sport e grazie alla collaborazione con tutte le istituzioni e le amministrazioni, in particolare con il Comune di Verona e il Sindaco Damiano Tommasi, siamo riusciti a confermare Verona come fulcro dell’evento. Ritornare ad ospitare il Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco è un importante orgoglio per noi e daremo il massimo per far sì che anche questa edizione possa essere sportivamente e scenograficamente memorabile”.

Le informazioni, le cartine, tabella distanze e tempi e programma saranno disponibili nelle prossime ore su rallyduevalli.it.
Fonte: Matteo Bellamoli

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Alberto e Giuseppe Scapolo centrano il “6” a La Marca Classica

Ancora una vittoria, la sesta, per i portacolori della Nettuno Bologna con la Fiat 508C con la quale precedono la vettura gemella di Barcella – Ghidotti e la Lancia Lambda di Sisti – Gualandi. Vignato – Bellin con la Lancia Fulvia e Susto – Serafini su Citroen C2 sono i vincitori della “turistica” storica e moderna.

Luca Rossetti e Debora Fancoli vincono il 67° Rally Coppa Valtellina

Quinta vittoria al Coppa Valtellina per Luca Rossetti che insieme a Debora Fancoli sbaraglia la concorrenza sulla Skoda della Lion Team. Rush al cardiopalma per gli altri gradini del podio: secondi Bracchi-Rocchi e terzi Medici-De Luis. Cinquina di Luca Rossetti al Rally Coppa Valtellina. Nell’edizione 2024 il driver tiranese, navigato per la prima volta da

Claudio Arzà e Massimo Moriconi trionfano all’8° Rally Val d’Aveto

Finale sotto una pioggia battente, sul podio Federici e Gangi. Claudio Arzà e Massimo Moriconi trionfano nell’ottava edizione del Rally Val d’Aveto. La coppia della BB Competition formata dal pilota spezzino e dal navigatore toscano ha dominato la gara già dalle prime battute a bordo della Skoda Fabia RS Rally2 curata dalla Erreffe, andando a

Pistoia Corse già al lavoro per il 45° Rally Città di Pistoia

Confermato per il 5-6 ottobre sarà l’atto finale della Coppa Rally di zona 7, valido anche per il Trofeo Rally Toscano oltre che come ultima prova del Campionato Provinciale Aci Pistoia. La Scuderia Pistoia Corse da delineando i caratteri del 45° Rally Città di Pistoia, l’ultimo atto della Coppa Rally di zona 7, in programma

error:
Torna in alto