Ispirare, muovere, guidare. Pubblicato il Bilancio di Sostenibilità FMI 2022

Un documento fondamentale per capire e approfondire la Federazione Motociclistica Italiana: la sua visione, le sue modalità di azione e le interazioni con gli stakeholder. Il Bilancio di Sostenibilità FMI 2022 è stato pubblicato oggi sul sito www.federmoto.it e distribuito in occasione del Consiglio Nazionale del CONI svoltosi in mattinata a Roma e a cui hanno partecipato, tra gli altri, il Ministro per lo Sport, Andrea Abodi, il Presidente del CONI Giovanni Malagò e il Presidente FMI Giovanni Copioli. Una dimostrazione di quanto la Federazione, anche con il contributo di questo strumento, abbia acquisito nel corso del tempo sempre più credibilità all’interno delle istituzioni sportive e non solo.
 
Il documento racconta lo sviluppo delle attività FMI e l’impegno che la stessa offre per l’attuazione dell’Agenda 2030 dell’ONU. Lo fa perseguendo i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile che, istituiti nel 2015 dalle Nazioni Unite, rappresentano il punto di partenza per riconoscere il contributo dello sport alla sostenibilità. Inoltre è un punto di riferimento per quanto riguarda la rendicontazione economica, sociale e ambientale delle attività federali.
 
La FMI rendiconta le proprie attività da 18 anni, essendo così una delle Federazioni più longeve da questo punto di vista. Ispirare, muovere, guidare è il claim del Bilancio di Sostenibilità 2022 perché sono azioni che evocano il motociclismo e rappresentano il ruolo della Federazione oltre la competizione. Inoltre la FMI è un’organizzazione che accompagna e stimola i propri stakeholder attraverso azioni virtuose e volontà di incidere positivamente sul sistema.

Il Bilancio di Sostenibilità è suddiviso in sette sezioni: Introduzione, Identità e Governance, Performance Sociale, Performance Sportiva, Performance Economica, Performance Ambientale, Miglioramento Sostenibile. Di fondamentale importanza per la corretta interpretazione del documento è la Nota Metodologica.
 
Giovanni Copioli, Presidente FMI: “La pubblicazione del Bilancio di Sostenibilità, che avviene ormai ininterrottamente da 18 anni, dimostra quanto la FMI sia trasparente e voglia mettere in atto iniziative sostenibili sotto ogni punto di vista: economico, ambientale e sociale. Ciò permette ai nostri stakeholder, ma anche ad appassionati e curiosi, di analizzare tutte le attività FMI e, di conseguenza, avere una conoscenza del motociclismo italiano, a livello sportivo e istituzionale. Oggi la FMI agisce con l’obiettivo di essere coerente agli Obiettivi di Sostenibilità; per farlo è necessario accrescere le competenze di ognuno e, proprio come farebbe uno sportivo, puntare a migliorarsi sempre di più”.
Fonte e foto: ufficio stampa

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

7° Rally Internazionale Storico Costa Smeralda: le prove e gli orari

A poche ore dallo start della gara organizzata da ACI Sassari, si forniscono informazioni e dettagli utili sulle località e le strade interessate. Con l’avvio delle verifiche sportive presso il Conference Center di Porto Cervo la settima edizione del Rally Internazionale Storico Costa Smeralda entra nella fase decisiva; di seguito, si forniscono alcune informazioni sugli

Team Bassano in forze al Rally Storico Costa Smeralda

Sfiorano le tre decine gli equipaggi della scuderia veneta, presente in massa al secondo round del CIRAS e del Trofeo A112 Abarth. Sono ben ventinove gli equipaggi del Team Bassano iscritti all’edizione 2024 del Rally Storico Costa Smeralda, ventotto dei quali in gara nel rally e un ulteriore, quello formato da Leopoldo Di Lauro e

Trofeo A112 Abarth: ecco la dozzina del Costa Smeralda

Dopo il rinvio del Rally Campagnolo la Serie organizzata dal Team Bassano riparte dalle speciali del rally sardo con dodici equipaggi, tre dei quali all’esordio. L’attesa di rivedere le A112 Abarth sfidarsi nuovamente dopo il Rally delle Vallate Aretine si sta per concludere grazie all’imminente Rally Storico Costa Smeralda. A seguito del rinvio a data

error:
Torna in alto