Ok la prima manche di ricognizione alla Alghero-Scala Piccada

Pronti allo start della seconda salita di prove del round inaugurale del Campionato Italiano Velocità Montagna 2023.
Scattata puntuale alle 9 di questa mattina si è completata la prima delle due manche di ricognizione per i 90 concorrenti ammessi al via della 61^ Alghero Scala Piccada, la gara organizzata dall’Automobile Club Sassari che inaugura in terra di Sardegna il Campionato italiano Velocità Montagna 2023.
Sui 5100 metri della SS 292 il primo miglior riscontro cronometrico è stato quello di Simone Faggioli su Norma M20 FC Zytek in 2’28″25, poi in evidenza il siciliano Franco Caruso su Nova Proto NP01, il compagno di team del campione in carica ha usato la sua precedente esperienza sul percorso. 
Terzo tempo provvisorio ed indicativo per Christian Merli, il trentino della Vimotorsport Campione Europeo in carica sta testando alcuni particolari della Osella PA 21 in versione turbo, test svolti anche dal siracusano Luigi Fazzino su auto uguale. 
Manche “cauta” per Diego Degasperi con qualche capriccio all’elettronica dell’Osella FA 30, mentre cerca rapida intesa con l’Osella PA 30 l’olbiese Giuseppe Vacca e si porta subito in evidenza in gruppo CN l’umbro Daniele Filippetti su Ligier JS Honda.

Qualche noia ha provato il lucano Achille Lombardi di completare la prima manche, ma il Team NP Racing è già al lavoro per permettere al detentore della Coppa E2SC 2000 di essere al top nella 2^ manche sulla nuova Osella in versione turbo.
Roboante manche per Lucio Peruggini che ritrova subito la Ferrari 488 con cui rilancia la sfida al primato in GT, categoria altisonante dove debutta la Aston Martin Vantage in versione GT3 affidata all’esperto partenopeo Piero Nappi. 
Nel nuovo gruppo riservato alle TCR, vetture turismo in arrivo dalla pista, subito in evidenza Giuseppe D’Angelo il campano molto a suo agio su auto generose come la Hyundai I30.
Sarà un duello tra le estreme silhouette del gruppo E2SH dove il teramano Campione in carica Marco Gramenzi è impegnato a testare tutti gli aggiornamenti tecnici ed aerodinamici dell’Alfa 4C Judd, mentre Gianluca Ticci ha subito provato le regolazioni scelte per la Fiat X1/9, auto senza tempo.
Harald Freitag sulla più che collaudata Opel Kadett si è portato in evidenza in gruppo E1, dove ancora il campione in carica Giuseppe Aragona non ha usato appieno il potenziale della Volkswagen Golf.
Anche il milanese Gianluca Grossi ha mostrato di saper capitalizzare l’esperienza e sulla Renault Clio  è stato il più concreto in Racing Start Plus. In Racing Start il pugliese Angelo Loconte ha ripreso subito il ruolo di primo attore con la Peugeot 308. 
Fonte e foto: ACI Sport | CIVM

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Il 28 aprile, ad Arzachena, il 3° Raduno Alfa Romeo Club Gallura

Ad Arzachena, domenica 28 aprile, è in programma la terza edizione del Raduno Alfa Romeo Club Gallura. Il programma prevede, alle 8.30, il ritrovo dei partecipanti in via Ruzittu ad Arzachena, alle 10 la partenza con transito in piazza Risorgimento, alle 10.30 il passaggio sulla paratia della diga del Liscia e visita all’olivastro millenario. Alle

Franciacorta Historic 2024: aperte le iscrizioni, c’è tempo fino al 30 marzo

Da oggi è possibile iscriversi online alla 17ª edizione del Franciacorta Historic. La gara, prevista sabato 6 aprile 2024, avrà nuovamente come base logistica la Cascina San Lorenzo di Capriolo in Franciacorta, elegante struttura a un passo dal Lago d’Iseo con un ampio giardino immerso nel caratteristico paesaggio di vigneti e colline, che ospiterà le fasi salienti dell’evento a

error:
Torna in alto