SPAZIO PUBBLICITARIO DISPONIBILE

Rally “Santo Stefano Belbo”: definito il programma

La gara promossa dal Cinzano Rally cambia nome ma non la sua filosofia rivolta alla solidarietà.  Si corre sabato 4 e domenica 5 novembre con partenza e arrivo da Santo Stefano Belbo. Venerdì 3 novembre la consueta cena “delle Merende”.
La città natale di Cesare Pavese è pronta ad ospitare quello che ormai è diventato un appuntamento classico nel calendario sportivo regionale. Dopo il successo del Rally Regione Piemonte, anche a Santo Stefano Belbo la Cinzano Rally è pronta a proporre un evento di grande impatto sportivo  legato come  tradizione all’ormai famoso  “Trofeo delle Merende”. Santo Stefano Belbo si conferma al centro di tutto l’apparato logistico dell’evento. Anzi, in questa edizione, la gara  inserita nel  calendario dei rally nazionali  assume il nome della cittadina cuneese  a conferma della sinergia  fra l’organizzazione albese e l’amministrazione comunale. Cambia il nome ma non la filosofia che da sempre è il simbolo identificativo di questo evento che gode del patrocinio della Regione Piemonte, dell’Automobile Club di Cuneo e del Comune di Santo Stefano Belbo.. Anche nel 2023 verrà ricordato Roberto Botta, pilota cuneese scomparso nel 2019 al quale è legato un trofeo riservato ai vincitori assoluti.
Il “Trofeo delle Merende” affianca l’evento sportivo con una iniziativa benefica che  da tredici anni lega il proprio nome alla fondazione “Io Vinco nelle Ricerca” impegnata nella lotta per la cura della fibrosi cistica. Confermata la consueta “Cena delle Merende “ e i trofei dedicati a Omar Pedrazzoli riservato ai concorrenti della classe N2 e Francesco Pozzi per la R3 mentre a Giovanni Malandra è riservato il trofeo che verrà consegnato al primo navigatore ossolano nella classifica assoluta. Tornando ai tempi tecnici della gara  sono confermate le tre prove speciali da ripetere due volte per un totale chilometrici di circa 53 chilometri cronometrati. I motori si accenderanno con lo shake down allestito in un tratto di circa due chilometri e mezzo  della prima prova speciale.
Due i riordini e i Parchi assistenza. Alla competizione legano il proprio nome 958 Santero, la Sparco, e il Consorzio Asti Spumante. Come lo scorso anno l’evento motoristico pone  un occhio di riguardo verso la sostenibilità con l’iniziativa “Green Tires” e la consegna delle piante tartufigene ai sindaci dei paesi interessati al passaggio della gara.
Fonte: Massimo Grosso
Nell’immagine in alto (Rolling Fast) Santero – Pelgantini Skoda Fabia vincitori dell’edizione 2022

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Ruote nella Storia celebra i 100 anni della Catania-Etna

S’incentra sulla rievocazione di una celebre e storica gara automobilistica la tappa di Ruote nella Storia che, il prossimo 19 maggio, attraverserà alcune importanti località della Sicilia orientale, ai piedi del vulcano più alto d’Europa. Il format, nato dall’impegno di ACI Storico in collaborazione con Automobile Club d’Italia, affronterà un viaggio, con la storia e

Rally Sport Evolution: Abeti ed Intelvi, in tre all’esordio stagionale

Vigilucci al via del terzo atto della Coppa Rally ACI Sport di settima zona mentre nel comasco Asnaghi e Busnelli ritornano dopo una lunga pausa. L’imminente fine settimana coinciderà con l’esordio stagionale di tre punte sulle quali Rally Sport Evolution conta in particolar modo per ben figurare. Sabato 18 e Domenica 19 Maggio andrà in

In cinquanta alla 30ª Coppa Città di Partanna

Sono una cinquantina gli iscritti alla 30^ edizione della Coppa Città di Partanna, gara valida per il Trofeo d’Italia Slalom Sud e il Campionato Siciliano, organizzata dallo Sporting Club Partanna, in programma nella cittadina della Valle del Belice oggi e domenica 19 maggio. Chiuse le iscrizioni alla 30^ Coppa Città di Partanna, la gara tra

error:
Torna in alto