Supermoto. Internazionali d’Italia supermoto Wossner, in vacanza con Sammartin

Continua la striscia di vittorie di Elia Sammartin negli Internazionali d’Italia supermoto Wossner 2023. Il campione in carica domina anche la quarta prova stagionale, a Ortona, sul circuito internazionale d’Abruzzo, in una giornata caratterizzata dal grande caldo che chiude la prima parte di stagione e dà il via alla sosta estiva.

Dopo aver fatto registrare la pole position, Elia Sammartin (TM – Gaerne) s’invola solitario verso la bandiera a scacchi della prima manche, senza conoscere ostacoli. Più difficile la vittoria di gara-2, quando a mettere il sale sulla coda del numero 1 ci pensa per diversi giri l’intramontabile Fabrizio Bartolini (Honda – 04 park), che riscatta così una prima manche meno brillante chiusa al terzo posto. Sugli scudi anche un altro veterano, Luca D’Addato (TM – 8biano), secondo in gara-1 dopo una serie di belle battaglie con gli avversari, e terzo in gara-2.

Tra i grandi protagonisti della giornata c’è anche il capoclassifica della Fast Erik Tesconi (TM – Ligurbike), sempre in lotta tra i migliori, che però non riesce a vincere la categoria a causa di una caduta proprio all’ultimo giro di gara-1. L’assoluta di giornata se la prende così Tommaso Parrini (TM – Megan racing), davanti ad Alberto Sacchi (TM – Estense). Tesconi conclude terzo.

La SM4 da tre gare sembra diventata il feudo di Alessandro Sciarretta (Honda – Cida). Dopo aver dominato le prove di Battipaglia e Pomposa, il portacolori del moto club organizzatore s’impone nettamente anche a Ortona, senza mai dare agli avversari la possibilità di avvicinarlo. Alle sue spalle tiene duro Marco Malone (Honda – Pietrinferni), che raccoglie un terzo e un secondo posto di manche nonostante un infortunio al polso patito nelle prove del sabato. Stessi piazzamenti, ma a manche invertite, per Iacopo Arduini (Honda – Celeste Berardi), che comunque si conferma sul podio anche in quest’occasione davanti al campione in carica Kevin Vandi (TM – Smr) e a Paolo Conte (TM – Cida).

Altre categorie – Nella SM3 Tommaso Pompilio (TM – Cervellin) riesce per la prima volta a sconfiggere Felix Wegscheider (Husqvarna – Egna Neumarkt), recuperando punti preziosi per il campionato; terza posizione per Michele Ferrari (Honda – Team rosso e nero). Non cambia, invece, il nome del padrone della SM5: è ancora Daniele Di Cicco (TM – I briganti della torre), che sulla pista di casa s’impone con netto margine su Marco Furega (Honda – 8biano) e Raffaele Pirri (Yamaha – Fathers & sons).

Jan Ulman (TM) continua a dominare la SM Young, ma è bravissimo anche Matteo Andreotti (TM – Como 1903), che almeno nelle prime fasi di gara riesce a impensierire il pilota ceco, con Gabriele Monica (TM – Valstirone) che chiude il podio in entrambe le manche. Per quanto riguarda la SM Young 125, Pietro Dalla Riva (TM – Mpr) prevale su Matteo Marini (KTM – Crt Smr); al terzo posto arriva Giorgio Trovato (KTM – Boars nest Stazzano).

Il migliore della SM Ama è Alessandro Di Prima (Kawasaki – Ca noa), con Abdessamad Fares (Yamaha – Della Futa) e Daniele Bonafè (Yamaha – Della Futa) che lo accompagnano sul podio. Giulia Tagliamonte (Husqvarna – Trofarello) s’impone in entrambe le manche tra le Lady, davanti a Sara Marchioni (GasGas – Della Futa) e Ginevra Riz (TM – Egna Neumarkt).

La SM Junior è tutta di Andrea Benvenuti (KTM – Della Futa), autore di una doppietta, con Riccardo Andreotti (KTM – Castellarano) al secondo posto e Nathan Terraneo (KTM – Varese) che recupera il podio in extremis dopo una scivolata in gara-2.

Andrea Benvenuti e Giulia Tagliamonte conquistano anche le superpole Biting, che in questo round erano in palio per i piloti più veloci della SM Junior e della SM Lady.

Per quanto riguarda il challenge Michelin, anche a Ortona sono numerosi i piloti che decidono di affidarsi alle performance degli pneumatici francesi per il loro weekend di gara. Per le premiazioni salgono sul podio Maria Colotti, Andrea Berlato, Ginevra Riz, Giulia Tagliamonte, Felix Wegscheider, Daniele Bonafè, Jan Ulman e Michele Ferrari.

Dopo la tappa abruzzese, agli Internazionali d’Italia supermoto Wossner 2023 manca una sola trasferta da affrontare: quella a Viterbo, dove il 2 e 3 settembre si correranno le ultime due gare stagionali su un circuito modificato nella parte offroad.
Fonte: Alessandro Castellani Ufficio Stampa FXAction 
Nella foto: Elia Sammartin – ph. Francesco Cavallucci

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Il 28 aprile, ad Arzachena, il 3° Raduno Alfa Romeo Club Gallura

Ad Arzachena, domenica 28 aprile, è in programma la terza edizione del Raduno Alfa Romeo Club Gallura. Il programma prevede, alle 8.30, il ritrovo dei partecipanti in via Ruzittu ad Arzachena, alle 10 la partenza con transito in piazza Risorgimento, alle 10.30 il passaggio sulla paratia della diga del Liscia e visita all’olivastro millenario. Alle

Franciacorta Historic 2024: aperte le iscrizioni, c’è tempo fino al 30 marzo

Da oggi è possibile iscriversi online alla 17ª edizione del Franciacorta Historic. La gara, prevista sabato 6 aprile 2024, avrà nuovamente come base logistica la Cascina San Lorenzo di Capriolo in Franciacorta, elegante struttura a un passo dal Lago d’Iseo con un ampio giardino immerso nel caratteristico paesaggio di vigneti e colline, che ospiterà le fasi salienti dell’evento a

error:
Torna in alto