Venerdì la presentazione del 7° Rally Storico Costa Smeralda

Sarà la prestigiosa ambientazione della Terrazza Martini a Milano ad ospitare la conferenza di presentazione dell’imminente manifestazione organizzata da AC Sassari. Annunciata la presenza di autorità, sponsor e campioni del passato.
Come avvenuto lo scorso anno, la Terrazza Martini di Milano si prepara ad ospitare la conferenza di presentazione ad autorità, stampa e sostenitori della 7^ edizione del Rally Internazionale Storico Costa Smeralda in programma a Porto Cervo da giovedì 18 a sabato 20 aprile.
Quella di presentare l’evento nella prestigiosa ambientazione milanese, è un’ulteriore testimonianza del legame tra il passato del Rally Costa Smeralda e l’attuale cammino che vede il rally storico alla sua quinta presenza nel Campionato Italiano Rally Auto Storiche del quale sarà il secondo atto, titolazione tricolore estesa anche all’abbinata gara di regolarità a media.
Alla conferenza in programma alle ore 15 saranno presenti importanti figure istituzionali quali il presidente dell’Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani, il presidente dell’Automobile Club Milano Geronimo La Russa, e quello di ACI Sassari Giulio Pes di San Vittorio. Non mancheranno, inoltre, amministratori locali di Olbia e Arzachena storiche località coinvolte dal rally, rappresentanti dei maggiori partner – Martini, Sparco e Pirelli, oltre a Kimera e DR Automobiles mobility partner dell’evento – oltre ad un rappresentante di Smeralda Holding ed è annunciata anche la presenza di campioni del volante quali Miki Biasion e Bruno Bentivogli.
L’evento sarà trasmesso con un’apposita diretta tramite i canali social dell’Automobile Club Sassari e del Rally Storico Costa Smeralda.
Dalle parole del presidente Pes di San Vittorio qualche anticipazione riguardo l’importante appuntamento di venerdì prossimo: “Anche quest’anno, grazie al rinnovato accordo con Martini, sarà la famosa Terrazza ad ospitare la presentazione dell’evento al quale ACI Sassari sta lavorando senza sosta. Assieme ad elementi divenuti punti fermi della gara, presenteremo anche le novità dell’edizione 2024 assieme ad un parterre di relatori di primaria importanza. Nel frattempo le iscrizioni stanno pervenendo anche da piloti stranieri e siamo certi che anche quest’anno il Rally Storico Costa Smeralda saprà deliziare anche i palati più esigenti; colgo l’occasione per un ringraziamento alla Regione Autonoma della Sardegna, al Consorzio Costa Smeralda e Smeralda Holding, Martini, Sparco, DR Automobiles, Cantine Surrau, Testoni Bunker Point e Sardares per la rinnovata collaborazione e il supporto alla manifestazione”.
Notizie e documenti di gara al sito web https://www.rallycostasmeraldastorico.it/
Fonte: Andrea Zanovello
Foto: ACI Sport (in alto) e Ts creative (sotto).

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Team Bassano dal “Costo” al “Maremma”

Va in archivio un altro fine settimana che ha visto impegnati i portacolori della scuderia bassanese in quattro diverse gare tra rally, salita e regolarità. Salita, rally e regolarità nello scorso fine settimana per una dozzina di vetture griffate Team Bassano, ben sei delle quali erano impegnate nell’edizione 2024 della Salita del Costo tornata a

MM Motorsport: luci ed ombre tra Tricolore e Coppa Rally di Zona

Il team lucchese archivia il fine settimana recriminando per una sfortunata foratura accusata da Rudy Michelini al Rally Regione Piemonte ma concludendo in “top five” con Roberto Tucci al Trofeo Maremma, contesto che ha garantito conferme anche a Marco Ramacciotti. È un resoconto a due facce, quello analizzato da MM Motorsport a conclusione degli impegni

Esordio stagionale di soddisfazione per Andrea Volpi al Trofeo Maremma

Il pilota elbano è tornato al volante dopo cinque mesi ed ha firmato il quinto posto a Follonica, utile allenamento in vista della gara all’Elba tra dieci giorni. Ha firmato la top five assoluta al 48° Trofeo Maremma, Andrea Volpi, nel week-end appena concluso. Il pilota di Portoferraio, che tornava al volante della Skoda Fabia

error:
Torna in alto