SPAZIO PUBBLICITARIO DISPONIBILE

7° Rally Internazionale Storico Costa Smeralda: le prove e gli orari

A poche ore dallo start della gara organizzata da ACI Sassari, si forniscono informazioni e dettagli utili sulle località e le strade interessate.

Con l’avvio delle verifiche sportive presso il Conference Center di Porto Cervo la settima edizione del Rally Internazionale Storico Costa Smeralda entra nella fase decisiva; di seguito, si forniscono alcune informazioni sugli orari delle prove speciali e della chiusura al traffico delle strade interessate.
Nella prima tappa sono previsti anche due riordini, il primo ad Aglientu alle 15.15, il secondo ad Olbia con inizio alle 18.35. Quest’ultimo che si terrà in Piazza Elena di Gallura, nelle immediate vicinanze del Molo Brin, prevede anche un aperitivo offerto agli equipaggi, i quali potranno sostare nell’area da un minimo di 20 minuti fino ad un massimo di 180 a proprio piacimento, prima di far ritorno a Porto Cervo per il termine della prima frazione di gara. La città di Olbia sarà coinvolta già dalle 18.05 orario d’ingresso delle vetture nel parco assistenza per gli interventi meccanici di fine tappa; successivamente l’ingresso nel parco riordino precedute da quelle del Martini Rally Vintage e dagli apripista tra cui Miki Biasion al volante della Kimera Evo37. Confermato anche il “DriveMob” di Davide Cironi.
Un terzo riordino interesserà la località di Santa Maria Coghinas dalle 11.04 di sabato 20 aprile, giornata della seconda tappa che terminerà al Molo Vecchio di Porto Cervo alle 16 e successivamente si terranno le premiazioni direttamente sulla pedana d’arrivo.

LE PROVE SPECIALI
PS 1 -3 San Pasquale – 13,64 km – venerdì 19 aprile. 1° passaggio 13.50 – 2° passaggio 16.10 Le strade interessate saranno chiuse al traffico dalle 12
PS Classica del Rally Costa Smeralda, vede il suo tracciato suddiviso in tre sezioni ben distinte tra loro. L’andamento è lento e stretto poi progressivamente più largo e veloce dopo il classico attraversamento dell’abitato, fino al finale su veloci sconnessioni con vista sulla cava di granito
PS 2 – 4 Luogosanto – 14,80 km – venerdì 19 aprile. 1° passaggio 14.30 – 2° passaggio 16.50- Le strade interessate saranno chiuse al traffico dalle 12.30
Nata dall’unione di due prove già parte del Rally Costa Smeralda Storico nelle scorse edizioni, la PS si apre con il tratto iniziale stretto di media velocità della PS Luogosanto del 2019 direttamente dal centro abitato, con attesa una moderata evoluzione del grip tra i due passaggi. L’unione con la PS Lo Sfossato, marchio di fabbrica delle passate edizioni, è operata attraverso il valico verso ovest del cantiere “Lu Sfussatu” con un breve tratto sterrato a fare da ulteriore elemento nella sfida agonistica. Si entra quindi sulla PS Lo Sfossato con un’impegnativa sezione in stretta discesa. Chiude la prova infine il tratto ad alta velocità sulla SS133, un tempo apertura della PS, ultimo spartiacque nel determinare la prestazione cronometrica
PS 5 – 8 Lu Colbu – 10,95 km – sabato 20 aprile. 1° passaggio 9.55 – 2° passaggio 13.05
Le strade interessate saranno chiuse al traffico dalle 8
Noto anche come San Pietro di Ruda dall’omonima chiesa edificata nei pressi della partenza, il comprensorio di apertura della seconda tappa ha un illustre passato nei primi anni del Costa Smeralda. Nel suo sviluppo verso nord, è infatti una delle più tecniche strade disponibili per valicare il complesso del Monte Abbalata portando gli equipaggi verso la costa settentrionale.
L’andamento altimetrico e il ritmo di guida restano in costante evoluzione per tutta la durata della PS, dando ampio spazio anche ai piloti delle classi minori.
PS 6 – 9 Badesi – 7,34 km – sabato 20 aprile. 1° passaggio 10.45 – 2° passaggio 13.55
Le strade interessate saranno chiuse al traffico dalle 8,30
Tracciata interamente sul versante occidentale del Monte Littigheddu, la PS offre numerosi spunti per concorrenti e fotografi. Fatta eccezione per un inizio più stretto e sconnesso ed un finale ad alta velocità, il tracciato è caratterizzato da una continua sequenza di curve piane a doppia carreggiata. Numerose le zone d’ombra a fare da incognita per il grip al primo passaggio in caso di condizioni miste.
PS 7 – 10 Figaruja – 14,49 km – sabato 20 aprile. 1° passaggio 11.35 – 2° passaggio 14.15
Le strade interessate saranno chiuse al traffico dalle 9,30
Tratto di rientro verso sud nonché atto conclusivo della settima edizione, la PS esalta le doti di assetti e propulsori grazie alle alte velocità di percorrenza unite alle minime ma diffuse sconnessioni del fondo stradale. Dopo una salita verso l’abitato di Giuncana, il tracciato inizia una graduale ma decisa discesa in velocità verso la vallata, con lunghi tratti permanentemente in ombra, terminando poco prima del valico verso Bortigiadas.
Notizie e documenti di gara al sito web https://www.rallycostasmeraldastorico.it/
Fonte: Andrea Zanovello
Foto: ACI Sport

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Presentata la 21ª edizione del Rally Italia Sardegna

Svelati anche gli ultimi dettagli della prossima tappa italiana del Mondiale Rally, attesa sugli sterrati dell’Isola dei Quattro Mori dal 30 maggio al 2 giugno. “Il RIS è un patrimonio per il nostro Paese, frutto del solido matrimonio con la Sardegna” ha commentato il Pres. ACI Sticchi Damiani. 87 equipaggi rappresenteranno 34 nazionalità nell’evento iconico

error:
Torna in alto