A Narcao, grande successo per la 5ª edizione del Presepe vivente

Un’altra edizione di successo per il Presepe vivente. A Narcao, la quinta edizione della rappresentazione del Presepe vivente, organizzato dall’Associazione Culturale Nicolau con la collaborazione della Parrocchia San Nicola di Bari, ha visto la partecipazione di tanti espositori, artigiani, hobbisti, attività produttive locali e dei paesi limitrofi, agricoltori, allevatori con i loro prodotti, e le aziende sponsor che hanno sostenuto, con sempre maggior entusiasmo, la bella manifestazione.
“A nome dell’Associazione Culturale Nicolau di Narcao”, ha detto la coordinatrice Paola Gambula, “ringrazio la popolazione che ha contribuito affinché l’evento riuscisse. Tutti i cittadini sono stati presenti, hanno partecipato, le attività commerciali hanno dato il loro contributo senza dimenticare gli agricoltori, i pastori, gli allevatori e gli artigiani. Inoltre, sono stati rappresentati anche gli antichi mestieri, le attività, e questo significa fare sinergia tra attività commerciali. La parte religiosa dell’evento rappresenta l’identità di una comunità, Narcao è un paese cattolico, di praticanti e questa manifestazione è sentita da tutti, dalla nostra Associazione e da me personalmente.
Per la nostra Associazione Nicolau, è stata una grande emozione vedere la grande partecipazione di tutta la comunità, nella rappresentazione del Presepe vivente i figuranti sono una trentina, altrettanti sono i bambini, gli angioletti, sono presenti una ventina di pastorelli, i figuranti che rappresentano il popolo, c’è Erode con le sue ancelle, al censimento ho coinvolto dei parenti arrivati dall’estero, Luciano e Paola che ringraziamo, così come ringraziamo coloro che rappresentano la natività di questa edizione, il piccolo Simone e i genitori Francesca e Pierpaolo. La natività rappresenta la vita, l’inizio di un percorso che sia di buon auspicio per tutti. Nel pomeriggio, dopo la recita della Novena davanti alla capanna della natività e ai tanti stand allestiti nella piazza della Chiesa, come augurio di buon auspicio, la nostra Associazione ha offerto il grano cotto con il latte, ‘su trigu cottu’ un rituale antichissimo della Sardegna”.

“Siamo molto contenti”, ha commentato la presidente Aurora La Rosa, “dopo tanti anni di stop siamo riusciti nuovamente a organizzare questa manifestazione che coinvolge tutto il paese.
Ringrazio l’Associazione, tutte le persone che hanno collaborato per la buona riuscita dell’evento, le catechiste che hanno insegnato a suo tempo le canzoncine ai bambini che hanno rappresentato gli angioletti, e tutti coloro che hanno partecipato. Grazie a tutti”.
Infine, la serata del ricco e sentito evento organizzato dall’Associazione Nicolau – con il patrocinio del Comune di Narcao e della Fondazione di Sardegna – è stata accompagnata dalla musica delle launeddas di Sebastiano Soggiu e dal fisarmonicista Balludeprazza con Bruno, Asael Camedda e Max Soddu.
Marzia Tornatore

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

7° Rally Internazionale Storico Costa Smeralda: le prove e gli orari

A poche ore dallo start della gara organizzata da ACI Sassari, si forniscono informazioni e dettagli utili sulle località e le strade interessate. Con l’avvio delle verifiche sportive presso il Conference Center di Porto Cervo la settima edizione del Rally Internazionale Storico Costa Smeralda entra nella fase decisiva; di seguito, si forniscono alcune informazioni sugli

Team Bassano in forze al Rally Storico Costa Smeralda

Sfiorano le tre decine gli equipaggi della scuderia veneta, presente in massa al secondo round del CIRAS e del Trofeo A112 Abarth. Sono ben ventinove gli equipaggi del Team Bassano iscritti all’edizione 2024 del Rally Storico Costa Smeralda, ventotto dei quali in gara nel rally e un ulteriore, quello formato da Leopoldo Di Lauro e

Trofeo A112 Abarth: ecco la dozzina del Costa Smeralda

Dopo il rinvio del Rally Campagnolo la Serie organizzata dal Team Bassano riparte dalle speciali del rally sardo con dodici equipaggi, tre dei quali all’esordio. L’attesa di rivedere le A112 Abarth sfidarsi nuovamente dopo il Rally delle Vallate Aretine si sta per concludere grazie all’imminente Rally Storico Costa Smeralda. A seguito del rinvio a data

error:
Torna in alto