SPAZIO PUBBLICITARIO DISPONIBILE

Ad Alghero atmosfera di grande attesa per il Rally Italia Sardegna 2024

Giornata di ricognizioni per gli equipaggi che domani saranno protagonisti. Giovedì 30 maggio alle 19.30 cerimonia di partenza e parata cittadina.
Il Rally Italia Sardegna 2024 è sempre più prossimo all’accensione dei motori delle auto protagoniste del sesto appuntamento del FIA World Rally Championship. Domani ad Alghero, giovedì 30 maggio la Cerimonia di Partenza e la parata cittadina alle 19.30. Sempre nella giornata di giovedì l’apertura del Parco assistenza e di tutti gli stand presenti sempre nella zona del Lungomare Garibaldi.
Nella giornata odierna e di giovedì gli equipaggi effettueranno le ricognizioni sul tracciato di gara, lungo i 266 km delle 16 prove speciali, sotto lo stretto controllo degli Ufficiali di Gara. Numerose le attività previste per la giornata di giovedì 30 maggio con il Convegno della Coldiretti dedicato all’olio di Sardegna alle 15.00; alle 17.30 la foto degli equipaggi del Mondiale, presso i Bastioni, quindi l’esibizione del Coro di Mores, sul Podio della gara organizzata dall’Automobile Club d’Italia con il supporto della Regione Sardegna; alle 18.10 la sessione autografi al centro del Service Park presso casa ACI/Sardegna; alle 19.00 la presentazione delle novità della linea Sparco, partner ufficiale della competizione, presso M-Sport; quindi alle 19.00 le auto entreranno nella starting grid alla Banchina Dogana e poi sul palco partenza FIA Meet the Crew con team e piloti sul palco
Giovedì sera dalle 19.30 la Cerimonia di partenza e la parata cittadina, sfileranno per le vie di Alghero le 8 Rally1, le 42 Rally2, 5 Rally3, le 18 dei protagonisti dello Junior WRC, 12 Rally4 e 2 Rally5 per un totale di 87 equipaggi iscritti. A completamento della giornata alle 21.00 l’esibizione del coro Sardo di Mores al Villaggio Coldiretti con street food e musica.
Ecco alcune dichiarazioni sulla gara dei big del Mondiale. Sébastien Ogier recente vincitore sulla Toyota delle ultime due gare in Croazia e Portogallo: “Abbiamo fatto degli ottimi test in Sardegna un mese fa – ha detto il pilota francese – e partiamo in gara in una buona posizione, siamo quinti al via. In Portogallo abbiamo visto che nelle zone più sabbiose simili alla Sardegna la Yaris andava bene. Per questo sono fiducioso anche se la gara sarà dura, e soprattutto bisognerà saper gestire al meglio le gomme. Spero di fare un’altra cavalcata vincente sugli sterrati sardi”.
Il leader del Mondiale, pilota belga della Hyundai Thierry Neuville gli fa eco: “Il Rally Italia Sardegna è una prova molto tecnica – ha detto il driver della casa coreana – per questo dovremo disputare un weekend senza errori. Dovremo poi preparare delle note molto precise ed avere un setup perfetto della nostra vettura. Cercheremo di andare sempre al massimo, anche se non sarà facile perché noi della Hyundai stavolta non abbiamo fatto dei test pre gara ed inoltre lo shakedown non è rappresentativo della corsa. Partirò poi per primo venerdì e questo di sicuro è uno svantaggio”.
Ed ecco Elfyn Evans, il primo inseguitore di Neuville in classifica piloti: “In Portogallo non ci è andata bene – ha detto il pilota gallese della Toyota – adesso vedremo di riscattarci subito in Sardegna. Sono fiducioso di poter far bene, daremo il massimo nel preparare al meglio la gara e la macchina in vista di questa corsa che si preannuncia sempre durissima”.
Già due volte vincitore ad Alghero, lo spagnolo Dani Sordo punta a calare il suo tris: “Dopo il Portogallo – ha dichiarato il driver di Santander – mi sento pronto per dare il massimo in Sardegna. Sono consapevole di avere un’ottima posizione al via visto che venerdì parto ottavo, e devo cercare di ottimizzare questa opportunità. L’obbiettivo è quello di finire sul podio, francamente però non mi dispiacerebbe battermi per la vittoria”.
Ad Alghero Ott Tanak aveva vinto sulla Hyundai due anni fa: “Di sicuro farà caldo – ha sottolineato il driver estone – e non sarà facile anche la gestione delle gomme. È una gara che mi è sempre piaciuta, l’obbiettivo è di fare il meglio possibile e magari vincere di nuovo”.
I NUMERI DEL RIS 2024
1.035: i km totali della gara
1.000: le persone coinvolte nell’organizzazione
400: i commissari di percorso impegnati
300: i media accreditati
300: gli stewards in servizio
266,12: i km cronometrati in programma
130: le unità di personale sanitario in servizio
111: i punti di Thierry Neuville, leader del mondiale
80: i mezzi di intervento tecnico
87: gli equipaggi iscritti alla corsa
52: i mezzi di soccorso
21: con questa le edizioni disputate dal 2004 al 2024
16: le prove speciali in programma
12: le edizioni disputate con base ad Olbia
9: le edizioni con base ad Alghero
8: le vetture Rally 1 iscritte alla gara
8: gli equipaggi sardi in gara
2: gli elicotteri in servizio permanente
Fonte e foto: ufficio stampa

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Il 24° Rally dei Nebrodi ai nastri di partenza

Domani 15 giugno motori accesi alle 9.00 per lo shakedown, alle 15.30 lo start dalla Piazza centrale di Sant’Angelo di Brolo alla volta del duplice passaggio sulla p.s Raccuja. Efficace copertura mediatica dell’intera manifestazione. Meno uno allo Start: manca davvero poco alla 24 edizione del rally dei Nebrodi che inizierà già stasera alle ore 22.00

Sono 260 i piloti verificati della 73ª «Trento Bondone»

Terminate le verifiche, con quattro soli forfait, ora si guarda alle sessioni di prova di domani. Saranno 260, domani mattina, le vetture che si faranno trovare allineate, prima all’area ex Zuffo e poi sulla linea di partenza a Montevideo, per dare vita alle prove cronometrate della 73ª «Trento Bondone», terza tappa del Campionato Supersalita. La

San Martino 2024, stasera la “stracittadina”

44° RALLYE INTERNAZIONALE SAN MARTINO DI CASTROZZA. 14° HISTORIQUE RALLYE SAN MARTINO DI CASTROZZA. San Martino di Castrozza (TN), 14/15 giugno 2024. Il Rallye DoloMitico riaccende la passione! Prime al via le vetture dell’Historique seguite dalle moderne con inversione ordine di partenza. Al via tutti i big del Trofeo Italiano Rally e piloti trentini in

Grande partecipazione e coinvolgimento per gli eventi green del Rally Italia Sardegna

Dalle iniziative con le scuole alle giornate al kartodromo dedicate alla sicurezza stradale, passando per le conferenze e i convegni su temi cruciali come turismo green, mobilità sostenibile ed energie rinnovabili: successo per il programma di Automobile Club d’Italia e AC Sassari. Anche in questo 2024, in occasione della 21ª edizione del Rally Italia Sardegna,

error:
Torna in alto