SPAZIO PUBBLICITARIO DISPONIBILE

Alla 39^ Pedavena – Croce D’Aune 191 iscritti e pieno di campioni

Faggioli, Degasperi, Caruso, Liber, Maroni, Moratelli e Zardo al via della gara bellunese che dal 15 al 17 settembre sarà appuntamento di Trofeo Italiano Velocità Montagna nord. Sfide assicurate in tutte le categorie. Giovedì 14 settembre la Presentazione presso la Birreria Pedavena.
La 39^ Pedavena – Croce D’Aune apre la sua fase clou con un elenco iscritti dove si contano 191 concorrenti.
Tutti i particolari del week end Feltrino che dal 15 al 17 porterà sulle pendici del Monte Avena numerosi piloti tra i migliori del panorama nazionale ed i maggiori pretendenti al Trofeo Italiano Velocità Montagna, saranno illustrati domani, giovedì 14 settembre, alle ore 11.00 presso la sede della Birreria Pedavena, durante la presentazione a cui parteciperanno le maggiori realtà pubbliche e private partner dell’evento e l’organizzazione con il suo coordinatore Lionello Gorza. Un territorio ricco di entusiasmo, di energia e di tante bellezze, che ha scelto la promozione attraverso la competizione sportiva che lo rappresenta. 
I nomi presenti nel folto elenco iscritti garantiscono sfide in tutte le categorie, sia quelle a caccia di punti per la serie nazionale cadetta Trofeo Italiano Velocità Montagna, sia nella classifica Auto Storiche.
Risuona a livello nazionale la presenza del 17 volte Campione Italiano Assoluto Simone Faggioli, il fiorentino della Best Lap che ha festeggiato in Sicilia il suo nuovo titolo 2023 sulla ufficiale Norma M20 FC Zytek. In classe regina c’è il tentino Diego Degasperi, l’alfiere Vimotorsport neo Campione Italiano Velocità Montagna gruppo E2SS, con l’Osella FA 30 Zytek curata dal Team Faggioli, con cui è anche nettamente al comando in TIVM nord nella categoria. Torna in classe regina anche Denny Zardo, il poliedrico e sempre incisivo trevigiano della Kruise Racing, nuovamente sulla Norma M20 FC Zytek. Il siciliano Franco Caruso, protagonista del tricolore, sarà sulla Nova Proto NP 01-2, per cogliere risultati gratificanti nel corso di una stagione a fasi alterne tra ottimi risultati e qualche intoppo di troppo. Nova Proto in versione turbo 4×4 è quella del francese del Team Faggioli, Fabièn Bouduban, poi altra NP 01 francese, quella del veronese Matteo Moratelli che continuerà a Pedavena il suo apprendistato sulla impegnativa biposto. Altro campione presente è il lombardo Giacarlo Maroni Junior, tricolore Sportscar Motori Moto 2022 ed ora sulla neo nata Nova Proto NP 01 con propulsore turbo. In classe 2000 svetta il nome del sardo Marco Satta che torna sulla Nova proto Sinergy V8.
In primo piano anche altre monoposto con i veronesi Federico Liber, che con la Mistral GB 08 saprà insidiare anche il vertice, poi Enrico Zandonà su Wolf GB 08 Thunder Aprilia, come l’altro corregionale Damiano Schena. Sempre presente nelle gare della zona centro nord anche l’altro appassionato e tenace trentino Gino Pedrotti sulla inseparabile Tatuus F.Renault. In gruppo CN tutti in arrivo dalla serie tricolore gli sfidanti con l’umbro Daniele Filippetti ed il ligure Andrea Drago su Ligier e il bolognese Marco Capucci su Osella PA 21. In GT c’è la Ferrari 488 Challenge del padovano Roberto Ragazzi, il portacolori Superchallenge che mira ad allungare in testa al gruppo delle super car, ma su vettura gemella si presenta Fabrizio Vettorel e su Lamborghini il brianzolo Sebastiano Frijo. Anche in TCR c’è aria di CIVM con il campano Giuseppe D’Angelo che sulla Volkswagen Golf cerca la rimonta in TIVM. Tanti i nomi da vertice in gruppo E1 ad iniziare da Claudio e Nicola Zucol esperti conoscitori delle potenti BMW. Denys Adami e Kevin Lechner in prima linea sulle BMW di gruppo A-S come sarà l’esperto Sigfried Fedrigotti su Ford Escort Cosworth, ma anche Fabrizio Bommartini su Honda Civic e “Brik” con la Peugeot 106. Per il gruppo N-S duello Mitsubishi tra il leader toscano Lorenzo Mercati ed il sardo Mario Murgia, ma ci sono i triestini del Centro Revisioni Carmelo Fusaro ed Alessandro Agosti sulle Honda Civic Type-R. In Racing Start Cup la pattuglia delle Seat Ibiza dove spiccano i nomi di Denis Mezzacasa, Romy Dall’Antonia e Michele Buitatti. Il vicentino Isidoro Alastra dopo l’ottima gara al Nevegal ci riprova sulla MINI in Racing Start Plus, dove c’è la lady umbra Deborah Broccolini, anche lei su MINI. Per i motori aspirati ora punta al TIVM il milanese Gianluca Grossi in arrivo vincente dal CIVM sulla Renault Clio, ma attenzione ad Ivano Cenedese ed alla sua esperienza e grinta sulla Renault Clio, come a quella del toscano Paolo Biccheri su Alfa 147. In Racing Start per auto turbo benzina, RSTB, il bresciano della Squadra Corse Angelo Caffi Stefano Gheza rilancia dal volante della MINI, mentre l’inossidabile bergamasco Mario Tacchini sarà su Peugeot 308 e l’esperto Paolo Venturi immancabile alla gara Feltrina su Honda Civic leader in categoria per motori aspirati, dove tra gli altri ci sarà anche il trentino Marco Cappello su auto uguale. In classe 1.4 altra sfida tricolore, ma in casa Guerra, tra i fratelli Luca e Giorgio sulle Peugeot 106.
Si preannuncia frizzante anche la gara delle Auto Storiche dove spicca la leggendaria Lancia Stratos di 2° Raggruppamento pilotata da Tony Fassina o la Porsche Carrera RS di Giampaolo Basso. Giovanni Ambroso sarà su Osella PA 9/90 BMW di 4° Raggruppamento, Daniele Negrente promette spettacolo sulla BMW M3, come il marchigiano Cristiano Romoli su Ford Sierra RS Cosworth. 
Tutte le info su www.pedavenacrocedaune.com. 
Fonte: Rif. Rosario Giordano | Erregimedia

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Presentata la 21ª edizione del Rally Italia Sardegna

Svelati anche gli ultimi dettagli della prossima tappa italiana del Mondiale Rally, attesa sugli sterrati dell’Isola dei Quattro Mori dal 30 maggio al 2 giugno. “Il RIS è un patrimonio per il nostro Paese, frutto del solido matrimonio con la Sardegna” ha commentato il Pres. ACI Sticchi Damiani. 87 equipaggi rappresenteranno 34 nazionalità nell’evento iconico

error:
Torna in alto