SPAZIO PUBBLICITARIO DISPONIBILE

Crugnola è tester ufficiale per le nuove N5

N5 Italia fa il colpaccio, firmando un importante accordo che vedrà il campione italiano in carica impegnato, con Pirelli, nello sviluppo delle neonate N5 step2 by Tedak Racing.
La notizia è di quelle bomba e, dopo un 2023 che ha fornito importanti riscontri di crescita, in casa N5 Italia approderà l’attuale campione italiano assoluto.
Stiamo parlando di Andrea Crugnola, autentico mattatore del tricolore dello scorso anno, che ha scelto di diventare tester ufficiale per le nuove N5 step2, vetture progettate e costruite interamente nella factory emiliana di Tedak Racing.

“Sono molto orgoglioso di prendere parte a questo progetto tutto italiano” – racconta Crugnola – “sarà stimolante lavorare sullo sviluppo della vettura e non vedo l’ora di iniziare perchè ci sono molte novità tecniche, rispetto alla precedente versione. Ce la metteremo tutta per tirare fuori il meglio da questo prodotto sul quale si ha la possibilità di apportare un’infinità di regolazioni.”

“Siamo tanto felici quanto determinati” – gli fa eco Alfredo De Dominicis – “perchè l’opportunità di avere a disposizione il campione italiano assoluto, per sviluppare le nostre nuove auto, è un’occasione da far fruttare al meglio. Metteremo a disposizione di Andrea due vetture nuove, due N5 step2, una su base Renault ed un’altra su base Peugeot. Non vediamo l’ora di iniziare a lavorare. Ora parte la fase più stimolante e soddisfacente.”

Un ulteriore passo in avanti per il progetto tecnico di N5 Italia che si appresta ad alzare il livello della competitività delle creature gelosamente coccolate nel quartier generale di Tedak Racing.

“Questo progetto ha un enorme potenziale” – racconta Andrea Carretti (titolare Tedak Racing) – “ed abbiamo la possibilità di scrivere una pagina di storia dei rally italiani. La vera macchina da corsa è spartana, come la moto da cross. Ci deve essere tutto quello che serve ma quello che non serve non ci deve essere. Il nostro obiettivo era realizzare un’auto da rally vera, quattro ruote motrici, trecento cavalli, sei marce, per qualsiasi fondo, al costo giusto.”

Con la cerimonia ufficiale di premiazione dei trofei 2023, Sabato 10 Febbraio alle ore 18 in quel di Rally Racing Meeting che si terrà alla Fiera di Vicenza, si aprirà ufficialmente una nuova stagione che vedrà prima “Dedo” e poi Crugnola in azione già nella settimana successiva, tra il 15 ed il 16 di Febbraio, dando vita ad un percorso di sviluppo che durerà almeno tre mesi e che coinvolgerà un altro partner prestigioso, sul fronte tecnico, come Pirelli, rinnovando la sinergia già in essere.
Nella foto (immagine a cura di N5 Italia) Alfredo De Dominicis, a destra, assieme al nuovo tester Andrea Crugnola.
Fonte: Fabrizio Handel

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Il 24° Rally dei Nebrodi ai nastri di partenza

Domani 15 giugno motori accesi alle 9.00 per lo shakedown, alle 15.30 lo start dalla Piazza centrale di Sant’Angelo di Brolo alla volta del duplice passaggio sulla p.s Raccuja. Efficace copertura mediatica dell’intera manifestazione. Meno uno allo Start: manca davvero poco alla 24 edizione del rally dei Nebrodi che inizierà già stasera alle ore 22.00

Sono 260 i piloti verificati della 73ª «Trento Bondone»

Terminate le verifiche, con quattro soli forfait, ora si guarda alle sessioni di prova di domani. Saranno 260, domani mattina, le vetture che si faranno trovare allineate, prima all’area ex Zuffo e poi sulla linea di partenza a Montevideo, per dare vita alle prove cronometrate della 73ª «Trento Bondone», terza tappa del Campionato Supersalita. La

Grande partecipazione e coinvolgimento per gli eventi green del Rally Italia Sardegna

Dalle iniziative con le scuole alle giornate al kartodromo dedicate alla sicurezza stradale, passando per le conferenze e i convegni su temi cruciali come turismo green, mobilità sostenibile ed energie rinnovabili: successo per il programma di Automobile Club d’Italia e AC Sassari. Anche in questo 2024, in occasione della 21ª edizione del Rally Italia Sardegna,

error:
Torna in alto