SPAZIO PUBBLICITARIO DISPONIBILE

Il 3° Rally Città di Foligno in fermento: tanti iscritti al tricolore su terra

Iscrizioni archiviate e tanta attesa, per la competizione della PRS Group, in calendario per il 9 e 10 marzo, prima prova di due campionati italiani su terra. Foligno e Nocera Umbra i cuori pulsanti dell’evento che propone 9 prove speciali, 3 da ripetere, in un percorso in ampia parte rivisto. Il Campionato parte con alcune interessanti novità e sarà la prima gara “tricolore” in cui verrà introdotta la “slow zone”,
tracciata con il nuovo sistema GPS a bordo delle vetture da corsa.

Iscrizioni andate in archivio, per il 3° Rally Città di Foligno, previsto per il 9 e 10 marzo e crescono l’attesa, la tensione, per l’avvio dei Campionati tricolori di rally su terra, sia il moderno che lo storico.
 
Tanto fermento, ma anche tanto interesse, intorno alla terza edizione della gara, che infatti ha l’onore e l’orgoglio di essere la prima prova stagionale del Campionato Italiano Rally Terra e del Campionato Italiano Rally Terra storico, inaugurato appunto con il 1° Rally Storico Città di Foligno.
 
In sole due edizioni, PRS GROUP si è vista affidare alla competizione folignate il vessillo “tricolore” premio per un lavoro di qualità in questo caso con al fianco le Amministrazioni Comunali di Foligno e Nocera Umbra, una collaborazione che guarda a favorire l’immagine e il turismo sul territorio mediante il notevole afflusso di appassionati ed addetti ai lavori che proprio il rally porterà sul luogo.
 
UN PERCORSO DI ALTO LIVELLO TECNICO
Il percorso, che si snoda sui territori di Foligno (con una prova speciale) e Nocera Umbra (con altri due tratti cronometrati), presenta 286 chilometri dei quali 76 di Prove Speciali, nel dettaglio 3 da ripetere 3 volte. Sono “piesse” nella quasi totalità inedite, rispetto alle due precedenti edizioni, ciò per rendere ancora più appassionante e avvincente la sfida in terra umbra.
 
LE NOVITA’ DEL CAMPIONATO TRICOLORE SU TERRA
Vicino a trenta piloti il plateau delle adesioni al Campionato Italiano Rally Terra, già questo dato sta a significare che la stagione, da Foligno partirà con forti stimoli e con un grande spettacolo sportivo, visto che hanno aderito alcuni “nomi” di spessore.
Notevole il montepremi stabilito dalla Federazione per il Campionato: sulla base della classifica finale del Campionato saranno aggiudicati 50.000,00 euro, dei quali 20.000 destinati al primo assoluto. Si possono utilizzare un massimo di dieci pneumatici a gara e la stagione delle strade bianche prevede due trofei “monogomma”, organizzati dal costruttore indiano MRF e da Pirelli mentre tra le Case costruttrici spicca quello ideato da Renault, con il Clio Trophy Italia Campionato Italiano Rally Terra.
Quest’anno c’è poi una grossa novità per quanto riguarda il format pre-gara. Sullo stesso tratto di strada dello “Shakedown” si svolgeranno nell’ordine:
1) prove libere (in inglese “free pratice”): riservata ai piloti prioritari e a tutti i conduttori di vetture di classe Rally2/R5. Ogni concorrente potrà svolgere a sua discrezione un massimo di due passaggi; 2) prova di qualifica (la”Qualifying Stage”), con la quale gli stessi piloti che hanno partecipato alle “prove libere”  effettueranno un passaggio cronometrato;
3) shakedown: riservato ai passaggi di tutti gli altri concorrenti iscritti al rally ma non prioritari e non alla guida di vetture Rally2/R5.
Finita la “prova di qualifica”, i conduttori che avranno effettuato i primi dieci migliori tempi, sceglieranno la loro posizione di partenza all’interno delle prime dieci posizioni di partenza. A scegliere per primo sarà l’autore del miglior tempo, poi il secondo e così via fino all’ultima posizione rimasta. Tutti gli altri concorrenti dall’undicesimo in poi, verranno inseriti nell’ordine di partenza della gara in base al loro numero di partenza, indipendentemente quindi dalla loro posizione nella classifica della “prova di qualifica”.
LA PRIMA GARA “TRICOLORE” CON LA “SLOW ZONE”
L’organizzazione comunica che il briefing con gli equipaggi (venerdì 8 marzo alle ore 17,00 alla direzione gara ubicata al Delfina Palace Hotel in Foligno) sarà obbligatorio, importante anche per illustrare le caratteristiche del nuovo sistema GPS di tracciamento.
Il Rally Città di Foligno sarà la prima gara “tricolore” dell’anno che vedrà introdotta la “Slow Zone” un breve tratto in una prova speciale dove i concorrenti dovranno procedere ad una velocità ridotta e costante, pena sanzioni.
IL PROGRAMMA
Il Rally Città di Foligno 2024 entrerà nella sua fase “calda” venerdì 8 marzo, dalle 08:00 alle 16:00, con le ricognizioni del percorso, seguite (ore 17,00) dal briefing in presenza obbligatoria organizzato alla Direzione Gara nel Delfina Palace Hotel, sede anche delle successive operazioni di verifica sportiva.
 
Intensa la giornata di sabato 09 marzo, con inizio dalle ore 08,00 e fino alle 12,30 con le verifiche tecniche organizzate al Parco Assistenza, zona Industriale “La Paciana” in Foligno. Poi, dalle 11,00 alle 12,30 avranno luogo le prove libere della “Qualifying stage” e dalle 13,00 alle 14,00 la “Qualifying Stage” riservata ai Prioritari ed alle vetture Rally2/R5.
Dalle 14,15 alle 17,00 è in programma lo “Shakedown” (il test con le vetture da gara, riservato a chi non farà la “Qualifying Stage”), per arrivare quindi alla cerimonia di partenza in Piazza della Repubblica in Foligno alle ore 19,01, dopo la quale i concorrenti porteranno le vetture al riordinamento notturno in Viale Marconi a Foligno.
 
Domenica 10 marzo il clou della competizione: i concorrenti lasceranno il riordinamento notturno dalle ore 07,31. Le 9 sfide cronometrate saranno nell’arco di tutta la giornata con la bandiera a scacchi pronta a sventolare in Piazza della Repubblica dalle ore 17,30, con premiazione sul palco.
Foto di Imago (l’arrivo della prima edizione del 2022)
Fonte: Alessandro Bugelli | ufficio stampa

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

39ª Stella Alpina Storica: iscrizioni aperte fino al 31 luglio

DAL 6 ALL’8 SETTEMBRE TORNA LA RIEVOCAZIONE STORICA DELL’ASI DEDICATA ALLA LEGGENDARIA CORSA TRENTINA DISPUTATA DAL 1947 AL 1955.   Il mondo delle “classiche” è in pieno fermento per la 39^ Rievocazione Storica della Stella Alpina, manifestazione rilanciata e organizzata dall’Automotoclub Storico Italiano in programma dal 6 all’8 settembre nell’incomparabile scenario delle Dolomiti. L’evento, di

Ruote nella Storia tra il Medioevo e il Rinascimento dell’Ennese

Con un rinnovato spirito di rievocazione e valorizzazione, l’Automobile Club di Enna propone, domenica 23 giugno, una nuova e sempre originale tappa di Ruote nella Storia. In un viaggio tra le architetture medievali e rinascimentali, l’Ente, guidato dal Presidente Alessandro Battaglia coadiuvato dalla direzione di Maurizio Colaleo, accoglie lo spirito del format di ACI Storico

Tutto Motori: oggi alle 20.30 su Catalan TV (canale 15)

Oggi, sabato 22 giugno, alle ore 20.30, nell’emittente televisiva Catalan TV (canale 15), andrà in onda la puntata del format televisivo Tutto Motori curato dalla redazione giornalistica di Tuttomotorienews. La prossima replica è in programma domenica 23 giugno alle ore 22. Il servizio di apertura è dedicato al 1° ABC Motor Challenge organizzato sul circuito

Tutto pronto per il 52° San Marino Rally, in scena domani 22 giugno

Settantantré verificati nel rally valido per il Campionato Italiano Rally Terra, per il CIAR Sparco Junior e per la Coppa di Zona e diciotto i partenti nella gara valevole per il Campionato Italiano Rally Storico. Tutti presenti i grandi nomi annunciati per l’appuntamento organizzato da FAMS – Federazione Auto Motoristica Sammarinese. Domani, sabato 22 giugno,

error:
Torna in alto