SPAZIO PUBBLICITARIO DISPONIBILE

Il Rally del Brunello entra nel vivo: iscrizioni aperte fino a mercoledì 1 novembre

La gara, organizzata da Scuderia Etruria Sport in collaborazione con Deltamania Montalcino, sarà valida per il Campionato Italiano Rally Terra Storico coinvolgendo la provincia di Siena nei giorni 10-11 novembre. Ad interpretare le prove speciali, vetture storiche e moderne.

Il Rally del Brunello, in programma venerdì 10 e sabato 11 novembre, ha aperto le iscrizioni. L’appuntamento, organizzato da Scuderia Etruria Sport in collaborazione con Deltamania Montalcino, sarà valido come ultima manche del Campionato Italiano Rally Terra Storico coinvolgendo la provincia di Siena con centouno chilometri cronometrati, ambientazione di un confronto che – oltre alle vetture storiche – aprirà anche agli esemplari moderni. Le iscrizioni rimarranno aperte fino alla mezzanotte di mercoledì 1 novembre.
Montalcino sarà ancora “cuore” dell’evento ospitando il quartier generale della manifestazione, con la partenza prevista sulla pedana di Piazza del Popolo, sede che farà da cornice anche all’arrivo. Venerdì, l’accensione dei motori per lo shakedown – il test con vetture da gara previsto in uno specifico tratto chiuso alla circolazione stradale – in Località San Marcella, a Buonconvento, dalle ore 10 alle ore 14. Quattro ore dopo, alle 18, è prevista la partenza della gara, con arrivo l’indomani – sabato 11 novembre – alle ore 19 a Montalcino. Buonconvento ospiterà ancora l’area adibita a parco assistenza mentre i riordinamenti previsti nel corso della gara coinvolgeranno San Giovanni D’Asso, Cantina Casanova di Neri e Cantina Caparzo, cementando il rapporto di collaborazione con il Consorzio del Vino Brunello di Montalcino.
Nella foto (Passaniti): due momenti dell’edizione 2022.
Fonte: Gabriele Michi | ufficio stampa

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Presentata la 21ª edizione del Rally Italia Sardegna

Svelati anche gli ultimi dettagli della prossima tappa italiana del Mondiale Rally, attesa sugli sterrati dell’Isola dei Quattro Mori dal 30 maggio al 2 giugno. “Il RIS è un patrimonio per il nostro Paese, frutto del solido matrimonio con la Sardegna” ha commentato il Pres. ACI Sticchi Damiani. 87 equipaggi rappresenteranno 34 nazionalità nell’evento iconico

error:
Torna in alto