SPAZIO PUBBLICITARIO DISPONIBILE

Il Rally Terra Sarda attende gli interpreti della Coppa Rally di Zona 9: dalla Gallura, il “lasciapassare” a coefficiente 1.5 per la Finale Nazionale Coppa Italia Rally

Confermata come manche decisiva per la partecipazione alla “finalissima” tricolore, l’undicesima edizione della proposta di Porto Cervo Racing è pronta ad ambientare la sfida lanciata dalla Coppa Rally di Zona 9, della quale è ultimo appuntamento utile. 
Saranno ancora i chilometri della Gallura a determinare l’accesso dei piloti protagonisti della Coppa Rally di Zona 9 alla Finale Nazionale Coppa Italia Rally: il Rally Terra Sarda ha confermato il proprio, decisivo ruolo verso gli equilibri della serie nazionale, proponendo ancora il suo asfalto come ambientazione di una sfida che contrapporrà – da venerdì 6 a domenica 8 ottobre – gli interpreti del rallismo regionale a piloti provenienti da altre regioni d’Italia, divenuti parte integrante di un confronto che, sulla pedana d’arrivo della Promenade du Port di Porto Cervo, vivrà la sua ultima espressione stagionale, l’unica a coefficiente 1,5. Una sfida da vincere ancora, per Porto Cervo Racing, struttura che garantirà all’undicesima edizione della gara un interesse in linea con l’eccellenza che – da sempre – contraddistingue il territorio. 
 
Il Rally Terra Sarda, essendo il terzo appuntamento valido per la Coppa Rally di Zona 9 e l’ultima occasione di confronto per gli interpreti dei fondi asfaltati, proporrà a questo specifico plateau di praticanti la possibilità di presentarsi allo “start” della Finale Nazionale Coppa Italia Rally, palcoscenico che garantirà la partecipazione a chi – sulle strade della provincia di Sassari – avrà conseguito punteggio utile finalizzato al raggiungimento del target imposto dalla serie coinvolgendo, nello specifico, i primi tre equipaggi della classifica assoluta, i primi tre equipaggi Under 25 ed i vincitori delle varie classi, oltre a quello della categoria Over 55. 
 
Grande, il fermento riscontrato a due mesi dall’evento. Un mix, quello determinato dall’incontro tra i palcoscenici del TER Series e della Coppa Rally di Zona, che si sta traducendo in un considerevole numero di pre-adesioni, legato alle importanti agevolazioni sul trasporto della vettura e sul soggiorno per l’intero fine settimana, proposto dall’entourage di Mauro Atzei al palcoscenico rallistico nazionale. Un “input” che, dalla Sardegna, è pronta a godere della marcata risposta da parte dei praticanti, incentivati dall’opportunità di abbinare alla gara una vera e propria vacanza, facendo leva su una collocazione temporale pronta a regalare un ultimo assaggio d’estate. 
 
I contenuti delle agevolazioni proposte per l’11^ edizione del Rally Terra Sarda sono disponibili al seguente link: 
https://www.portocervoracing.it/web/rallyterrasarda/agevolazioni-equipaggi-2023/
Nella foto (Morittu): Antonio Rusce, uno dei protagonisti della Coppa Rally di Zona 9 della passata edizione.
Fonte: Gabriele Michi | ufficio stampa

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Presentata la 21ª edizione del Rally Italia Sardegna

Svelati anche gli ultimi dettagli della prossima tappa italiana del Mondiale Rally, attesa sugli sterrati dell’Isola dei Quattro Mori dal 30 maggio al 2 giugno. “Il RIS è un patrimonio per il nostro Paese, frutto del solido matrimonio con la Sardegna” ha commentato il Pres. ACI Sticchi Damiani. 87 equipaggi rappresenteranno 34 nazionalità nell’evento iconico

error:
Torna in alto