Il Rally Terra Sarda si correrà sabato 5 e domenica 6 ottobre: la Sardegna chiamata ad accogliere ancora grandi numeri

La manifestazione, organizzata da Porto Cervo Racing, è stata inserita nel calendario nazionale ACI Sport nel primo fine settimana di ottobre, concedendo così a partecipanti ed appassionati la possibilità di ritagliarsi l’ultimo spazio di vacanza.
 
Il Rally Terra Sarda, nelle sue due versioni moderna e storica, è stato inserito nel calendario ACI Sport 2024 alle date di sabato 5 e domenica 6 ottobre, confermando ancora una volta l’allettante prospettiva per partecipanti ed appassionati di poter godere di un ulteriore weekend estivo all’insegna di mare e motorsport. Ad ambientare la manifestazione, organizzata da Porto Cervo Racing, sarà ancora la Sardegna con le sue eccellenze, proiettate nel mondo con la conferma dell’evento quale ultima prova del TER Series, TER-Tour European Rally e TER – Historic, serie riconosciute dalla FIA. La gara sarà ancora valida per la Coppa Rally di Zona 10, come ultimo appuntamento su fondo asfaltato.
 
20.000, le presenze fatte registrare nel corso della precedente edizione di gara, a conferma del grande appeal riscontrato dal format proposto dal sodalizio di Arzachena, con la Sardegna e il suo territorio, che sarà ancora l’esclusivo palcoscenico della manifestazione. Un biglietto da visita importante, quello presentato dal Rally Terra Sarda alla stagione sportiva 2024, con quindici diverse nazioni coinvolte ed un elenco di 115 vetture iscritte all’undicesima edizione del confronto moderno ed alla terza dello storico. Tra i quindici comuni coinvolti nell’edizione 2023, oltre ad Arzachena chiamata ad ospitare le attività proposte all’interno del Villaggio Rally Mirtò Sardegna, la cerimonia di arrivo ed il passaggio di due prove speciali, sono state interessate dal passaggio delle prove speciali Tempio Pausania, Calangianus, Luogosanto e Aglientu. Significative  e impostanti novità sono previste per il 2024. 
 
A vincere l’edizione 2023 del Rally Terra Sarda è stato il gallese Osian Pryce, su Hyundai i20 Rally2, seguito da Rudy Andriolo – in gara su Skoda Fabia Rally2 Evo – e dal tempiese Vittorio Musselli, all’esordio sulla Ford Fiesta WRC Plus. Gabriele Rossi, su Ford Sierra Cosworth, conquistò la vittoria nel Rally Terra Sarda Storico.

Nella foto (di Pasqualino Chiodino): il vincitore assoluto Osian Pryce in gara.  
Fonte: Gabriele Michi

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Esordio stagionale di soddisfazione per Andrea Volpi al Trofeo Maremma

Il pilota elbano è tornato al volante dopo cinque mesi ed ha firmato il quinto posto a Follonica, utile allenamento in vista della gara all’Elba tra dieci giorni. Ha firmato la top five assoluta al 48° Trofeo Maremma, Andrea Volpi, nel week-end appena concluso. Il pilota di Portoferraio, che tornava al volante della Skoda Fabia

La MRC Sport al Rally Regione Piemonte

La portacolori della MRC Sport Silvia Franchini con Stefano Bruzzese alle note su Suzuki Swift era ai nastri di partenza  della 18esima edizione del Rally Regione Piemonte, tenutosi il 12 e 13 aprile ad Alba e dintorni, gara valida per il campionato italiano assoluto di Rally. Per lei un lusinghiero 102esimo posto in classifica assoluta

Grande festa per i 120 anni di AC Genova con Ruote nella Storia

Si è conclusa con entusiasmo e soddisfazione da parte di tutti i presenti la manifestazione, organizzata con il preziosissimo supporto dell’Automobile Club di Genova, che ha celebrato in due giornate di storia, cultura, tradizione e bellezza i 120 anni dalla fondazione dell’Ente oggi presieduto da Carlo Bagnasco e diretto da Raffaele Ferriello. Il 13 e

error:
Torna in alto