SPAZIO PUBBLICITARIO DISPONIBILE

La 65ª Coppa Selva di Fasano porta in Puglia il Tricolore Supersalita

Secondo appuntamento della massima serie montagna di ACI Sport dal 10 al 12 maggio con 215 iscritti. Faggioli leader Fazzino, Conticelli jr e Caruso inseguono ma Lombardi cerca il riscatto, tra i giovani Di Caro e Torsellini in vista. Scatta il Campionato Junior sulle Wolf. Presente in casa anche l’attore Ettore Bassi. Verifiche venerdì ricognizioni con prime gare sabato e Domenica gare in streaming e diretta su ACI Sport TV (228 Sky e 52 Tivùsat).
Il Campionato Italiano Supersalita arriva in Puglia per il secondo appuntamento dal 10 al 12 maggio alla 65^ Coppa Selva di Fasano organizzata dalla Egnathia Corse.
Anche in provincia di Brindisi la massima serie tricolore salita di ACI Sport parte con numeri decisamente alti visti i 215 iscritti e tutti i big della specialità a sfidarsi sui 5.600 metri della S.S. 172 che uniscono Fasano con la Selva, la nota e ricercata località di villeggiatura. Il week end pugliese entrerà nella fase clou venerdì 10 maggio con le operazioni preliminari e di verifica presso la sede della Egnathia Corse in via dell’Industria a Fasano. Sabato 11 le ricognizioni e domenica 12 maggio le due gare.
Simone Faggioli su Nova Proto NP 01-2 arriva da leader del Campionato Italiano Supersalita dopo il successo ad Erice, gara siciliana dove il pluri campione fiorentino di Best Lap ha vinto entrambe le salite. Alle sue spalle c’è uno scatenato trio siciliano: Luigi Fazzino Francesco Conticelli e Franco Caruso. Il marsalese Conticelli jr in casa è salito sul podio dopo la rimonta al volante della Nova Proto NP 01-2 con i colori dell’Ateneo Motorsport. Il 23enne siracusano Luigi Fazzino che sulla Osella PA 30 Zytek curata da Paco 74 e l’esperto ragusano Franco Caruso su Nova Proto NP 01-2, si sono sfidati anche la scorsa settimana in Veneto al Costo, con una vittoria a testa in gara e successo nell’aggregata per Fazzino. Attenzione ad Achille Lombardi, il forte pilota lucano alfiere della Vimotorpsort, che dopo il passo falso ad Erice per un problema tecnico ora cerca riscatto dal volante dell’Osella PA 21 4C curata da NP Racing. A Fasano ci sarà anche il trentino Diego Degasperi che ad inizio stagione ha dimostrato di avere ottimo feeling con la Norma M20 FC. Per la classe 2000 arriva al comando il ragusano di Comiso Samuele Cassibba sulla Nova Proto V8 Sinergy dopo il 5° posto ad Erice, seguito dal rientrante calabrese domenico Scola che ha immediatamente mostrato le intenzioni di vertice sulla Osella PA 2000 Honda, come il nisseno Alberto Chinnici che procede l’affinamento con l’Osella spinta da motore turbo. Nova Proto con propulsore sovralimentato anche per il giovane lombardo Giancarlo Maroni Jr., pronto ad un nuovo attacco come quello sferrato in gara 2 ad Erice. Giovanissimi alla ribalta nella classe fino a 1600 cc dei motori moto, con il nisseno della CST Sport Andrea Di Caro che ha offerto subito un’ottima prova sulla Nova Proto NP 03 Aprilia, stessa biposto francese per l’ottimo senese della valdelsa Classic Mirko Torsellini e per Michele Gregori. Esordio in Supersalita per il sardo Giuseppe Vacca su Osella PA 30, stessa biposto per gli esperti siciliani di lungo corso Giovanni Cassibba e Vincenzo Conticelli. Gioca in casa Giovanni Lisi sulla Osella PA 21 con motore BMW di derivazione motociclistica. 
Parte a Fasano il Campionato Italiano Spuersalita Junior con le Wolf GB 08 Thunder, oltre al Trofeo riservato ai prototipi monoposto in arrivo dal tricolore in pista. Con le Wolf c’è l’attore Ettore Bassi che gioca in casa ed è sul tracciato brindisino dove è scoccata per lui la scintilla con le corse in salita. Leader tra le Wolf è il catanese Luca Caruso. Tra le biposto con motore derivato dalla serie, le CN, il laziale Alberto Scarafone dovrà difendere di certo la vetta dal padrone di casa e grande esperto Francesco Leogrande, che è alla sua gara dove porta i colori della Fasano Corse, entrambi con le Osella PA 21, mentre è apparso in ottima forma l’umbro Daniele Filippetti con la rivisitata Ligier Honda. Il teramano Marco Gramenzi su Alfa Romeo MG 001 Furore, arriva in Puglia da leder del gruppo E2SH e tra gli avversari troverà anche l’ascolano Amedeo Pancotti su BMW M5. Nel gruppo riservato alle super car per il leader foggiano della RO Racing Lucio Peruggini su Ferrari 488 Evo si tratta della gara di casa, ma sarà sempre più determinato il romano Marco Iacoangeli sulla BMW Z4 in versione GT3 come la Mercedes AMG di Rosario Parrino. Sotto i riflettori anche la bella Aston Martin Vantage del partenopeo Piero nappi, l’alfiere della Scuderia Vesuvio sempre tenace.

Per la Super Cup attenzione al bresciano Ilario Bondioni, apparso subito aggressivo al volante della Ferrari 488 della Superchallenge. Anche per il gruppo TCR si prevede un’altro appassionante round con il bresciano dell’AF Motorsport Luca Tosini che è in vetta sulla Audi RS3 LMS, ma il salernitano della Gretaracing Salvatore Tortora ha mostrato tutte le intenzioni d’attacco con la Peugeot 308, mentre Giovanni Angelini correrà per la prima volta nella “sua” Fasano sulla Volkswagen Golf. Il calabrese della Piloti per Passione Giuseppe Aragona ha dato un segno di supremazia ad Erice sulla Volkswagen Golf GTI con cui ha dominato il gruppo E1, sebbene gli avversari siano numerosi ed agguerriti come il salernitano Campione in carica Alessandro Tortora su Peugeot 106 turbo, il giovane fiorentino Matteo Bacci, che spera di riscattarsi dal passo falso in Sicilia sulla Alfa Romeo Giulietta ed anche il funambolico altoatesino Harald Freitag su Opel Kadett. Tra le auto turbo gara di casa anche per Vitantonio Micoli inseparabile dalla estrema Renault 5 GT Turbo. Per la classe 1600 Davide D’Acri è pronto ad un’altra prova di slancio con la Citroen Saxo, ma l’etneo Andrea Currenti attaccherà a fondo con la Peugeot 106. Particolarmente numerose le categorie della Racing Start, dove in RS Cup, le auto che arrivano dai monomarca in pista, svetta la brava tarantina Anna Maria Fumo sulla Peugeot 308, Alessandro Giovannelli con la MINI sarà un avversario certamente ostico come i rientranti Andrea Palazzo, di Fasano, ed i lucano Gennaro Manolio sulle MINI. La schiera delle Seat Ibiza vede il giovane umbro della Speed Motor Alex Picchi reduce dall’ottima prova siciliana, in crescita il giovane calabrese Francesco Malizia ed anche Federico Girardi. Nuovamente su Ibiza l’altro umbro Gianluca Tassi dopo l’entusiasmante esordio ad Erice. Nella RS Plus RSTB da 2000 cc c’è l’audace altoatesina Selina Prantl su MINI come Pietro Ancona. Il padrone di casa Giacomo Liuzzi che esordirà così in campionato con una gara di ritardo sulla mini da 1.6 cc, mentre Il salernitano Giovanni Loffredo sarà invece nuovamente su Peugeot 308 GT Racing.
Se in classe 2000 tra gli altri arriva il salernitano Stefano Medaglia su Honda, passa alla 1.6 Marcello Bisogno su Peugeot 106 ed il padrone di casa Francesco Perillo sarà su Citroen Saxo. il lucano Gerardo Rosa sarà solo in classe 1.4 con la Peugeot 106, ma va a caccia di preziosi punti tricolori. Marco Magdalone gioca in casa dopo l’esaltante prova di Erice al debutto sulla Seat Leon Cupra Station Wagon, come Giovanni Luca Ammirabile, ma sarà impresa ardua per tutti contro il fasanese Angelo Loconte che ha mostrato tenacia e grinta sulla nuova MINI, stessa vettura per un altro esperto e bravo fasanese come Oronzo Montanaro, tutti per la nuova classe RSTB 2.0. Il giovanissimo calabrese Salvatore Mondino ha mostrato come sa tenere tutti a bada anche dal volante della MINI RSTB 1600, lo si è visto in Sicilia. L’altro padrone di casa Cosimo Laghezza sta invece completando l’affinamento con la Peugeot 308. Per le motorizzazioni aspirate della RS, il giovane calabrese della Cosenza Corse Antonio Aquila dovrà impegnarsi a fondo al volante della Peugeot 106 per ripetere la prestazione vincente di Erice, complice il rientro del salernitano Antonio Vassallo su Renault Clio, ma anche per la presenza di Francesco Pinto su Citroen Saxo.
Seconda prova in salita per il Campionato Italiano “Le Bicilindriche”, che in Puglia supera quota 40 iscritti, con il lametino di New Gereration Racing Angelo Mercuri in testa dopo la doppietta siciliana su Fiat 500, Domenico Cuomo, Arcangelo Crescenza e l’etneo Riccardo Viaggio tutti di gruppo 5/700 e su Fiat 500, per il gruppo 2 un altro catanese come Daniele Portale su 500 è in primo piano, ma anche l’altro calabrese Gianfranco Mercuri su Fiat 126 e Francesco Guarini su 500.
Calendario Campionato Italiano Supersalita: 26-28 aprile, 66^ Monte Erice (TP), CIVM sud; 10-12 maggio, 65 Coppa Selva di Fasano (BR), CIVM sud; 14-16 giugno, 73^ Trento – Bondone (TN), CIVM Nord; 28-30 giugno, 63^ Coppa Paolino Teodori (AP), CIVM nord sud; 12-14 luglio, 53° Trofeo Vallecamonica (BS), EHC, CIVM nord; 2-4 agosto, 59^ Rieti Terminillo – 57^ Coppa Bruno Carotti (RI), coeff. 1,5, CIVM nord sud; 30 agosto – 1 settembre, 59° Trofeo Luigi Fagioli (PG), coeff. 1,5, CIVM nord sud.
Fonte: Rosario Giordano

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Alberto e Giuseppe Scapolo centrano il “6” a La Marca Classica

Ancora una vittoria, la sesta, per i portacolori della Nettuno Bologna con la Fiat 508C con la quale precedono la vettura gemella di Barcella – Ghidotti e la Lancia Lambda di Sisti – Gualandi. Vignato – Bellin con la Lancia Fulvia e Susto – Serafini su Citroen C2 sono i vincitori della “turistica” storica e moderna.

Luca Rossetti e Debora Fancoli vincono il 67° Rally Coppa Valtellina

Quinta vittoria al Coppa Valtellina per Luca Rossetti che insieme a Debora Fancoli sbaraglia la concorrenza sulla Skoda della Lion Team. Rush al cardiopalma per gli altri gradini del podio: secondi Bracchi-Rocchi e terzi Medici-De Luis. Cinquina di Luca Rossetti al Rally Coppa Valtellina. Nell’edizione 2024 il driver tiranese, navigato per la prima volta da

Claudio Arzà e Massimo Moriconi trionfano all’8° Rally Val d’Aveto

Finale sotto una pioggia battente, sul podio Federici e Gangi. Claudio Arzà e Massimo Moriconi trionfano nell’ottava edizione del Rally Val d’Aveto. La coppia della BB Competition formata dal pilota spezzino e dal navigatore toscano ha dominato la gara già dalle prime battute a bordo della Skoda Fabia RS Rally2 curata dalla Erreffe, andando a

Pistoia Corse già al lavoro per il 45° Rally Città di Pistoia

Confermato per il 5-6 ottobre sarà l’atto finale della Coppa Rally di zona 7, valido anche per il Trofeo Rally Toscano oltre che come ultima prova del Campionato Provinciale Aci Pistoia. La Scuderia Pistoia Corse da delineando i caratteri del 45° Rally Città di Pistoia, l’ultimo atto della Coppa Rally di zona 7, in programma

error:
Torna in alto