La cultura della legalità: a Narcao, l’incontro con i ragazzi delle scuole

Nel mese di marzo, all’Istituto Comprensivo Statale di Narcao, si è tenuto l’incontro dal titolo “La cultura della legalità”. Oltre alla vice preside dell’Istituto, la professoressa Francesca Anedda e ai docenti, erano erano presenti il Sindaco di Narcao Antonello Cani, il primo cittadino di Perdaxius Gianluigi Loru, il Comandante della stazione dei Carabinieri di Narcao il Maresciallo Carlo Bordon, l’avvocato penalista Miriam Monni e la dottoressa Celeste Menichelli.

L’importanza della cultura della legalità è stato il tema dell’incontro tenutosi lo scorso 26 marzo all’Istituto Comprensivo Statale di Narcao. Protagonisti dell’incontro gli studenti delle classi della scuola secondaria di primo grado di Narcao e Perdaxius che hanno partecipato attivamente al terzo e ultimo appuntamento di quest’anno scolastico.
Oltre alla vice preside dell’Istituto, Francesca Anedda, professoressa sempre molto attenta a queste delicate tematiche, così come tutti i docenti della scuola, erano presenti il Sindaco di Narcao Antonello Cani, il primo cittadino di Perdaxius Gianluigi Loru, il comandante della stazione dei Carabinieri di Narcao il Maresciallo Carlo Bordon, l’avvocato penalista Miriam Monni e la dottoressa Celeste Menichelli.
“Il mese scorso avevamo affrontato con dei professionisti la questione relativa al bullismo e cyberbullismo”, ha detto il Sindaco di Narcao Antonello Cani, “questo era il terzo incontro, con il quale chiudiamo per quest’anno scolastico e poi ci concentriamo sul prossimo anno. Siamo contenti della partecipazione attiva da parte dei ragazzi, per noi è stato più semplice affrontare queste delicate tematiche che riguardano il mondo giovanile. Il nostro obiettivo è quello di fare sempre più prevenzione con la speranza di fornire una certa consapevolezza nei ragazzi e dargli la possibilità di saper scegliere”.

Si è parlato di legalità, rispetto delle regole, di essere consapevoli e responsabili, di essere in grado di saper scegliere, di non seguire la massa, e nel momento in cui si fanno delle scelte, bisogna farle bene, come ha sottolineato il Comandante Carlo Bordon che, insieme agli altri relatori, ha catalizzato l’attenzione dei ragazzi e ha avuto modo di interagire attivamente con loro.
“L’importanza della legalità e del rispetto delle regole a partire dalle scuole significa creare una società di sani principi per il futuro prossimo”, ha detto il Sindaco di Perdaxius Gianluigi Loru, “dove i protagonisti saranno certamente i ragazzi che, in occasione di questo incontro, hanno ascoltato tutte queste nostre nozioni. Ritengo che siano incontri da proporre anche in seguito per dare maggiore risalto all’importanza della legalità delle regole e, soprattutto, del rispetto reciproco”.
L’importanza della cultura della legalità in funzione di prevenzione nelle scuole è stata trattata anche dalla dottoressa Celeste Menichelli, che ha aperto la giornata di incontro con i ragazzi ponendosi in maniera molto professionale ma con un linguaggio semplice e con esempi pratici.
“La prevenzione è importantissima”, ha spiegato la dottoressa Celeste Menichelli, “perché la scuola è la seconda casa, è il luogo dove i ragazzi vivono tante ore, si dividono tra casa e scuola, conseguentemente, con l’educazione che inizia dalla scuola, riusciamo ad avere degli studenti che poi, un domani, saranno responsabili e la responsabilità è la chiave di tutto, perché se tutti rispettassimo le regole vivremmo in un mondo sicuramente giusto. Ci sarà sempre chi, purtroppo, le regole non le rispetterà, però noi dobbiamo cercare di fare del nostro meglio affinché questo accada”.
Un’altra professionista presente all’incontro è stata Miriam Monni, avvocato penalista, che si è posta ai ragazzi con estrema professionalità e al contempo gentilezza, caratteristiche che hanno acceso nei ragazzi la voglia di sapere, l’interesse a porre delle domande e ascoltare le precise ed esaustive risposte, così come è accaduto durante l’intervento del Comandante Bordon.
“Credo che per rispettare le regole, sia importante capirne la ratio”, ha detto l’avvocato Miriam Monni, “ossia, se c’è una regola, c’è un perché, se noi riusciamo a capire il perché di quella regola riusciamo a rispettarla, se non capiamo il perché, la trasgrediamo e quindi non solo un rispetto così asettico, ma capiamo la causa e capiamo la motivazione. Questo è fondamentalmente, secondo me, è il vero motore da cui dovrebbe partire l’educazione alla legalità. Oggi manca, secondo me, l’educazione emotiva che prodromica all’educazione alla legalità. Se io capisco quello che prova l’altro, rispetto l’altro, non commetto reati verso l’altro, questo è il senso, oggi l’emergenza è l’educazione emotiva, l’educazione alla legalità”.
Il Comune di Narcao amministrato dal Sindaco Antonello Cani, è sempre molto attento a queste tematiche, così come gli Assessori, ognuno per le proprie deleghe, sono vicini e sensibili alle iniziative che – anche con il coinvolgimento della scuola e di professionisti – si stanno portando avanti con grande impegno.
“Ringrazio la professoressa, nonché vice preside, Francesca Anedda”, ha concluso il Sindaco di Narcao Antonello Cani, “così come il professor Tocco, sempre in prima linea su queste delicate tematiche che interessano i nostri giovani. Ho detto agli studenti che devono sentirsi fortunati ad avere dei docenti così attenti e sensibili. Così come non è scontato avere un Comandante altrettanto attento e sensibile, come il Maresciallo Carlo Bordon. Dobbiamo continuare a fare prevenzione con sempre maggiore convinzione”.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Esordio stagionale di soddisfazione per Andrea Volpi al Trofeo Maremma

Il pilota elbano è tornato al volante dopo cinque mesi ed ha firmato il quinto posto a Follonica, utile allenamento in vista della gara all’Elba tra dieci giorni. Ha firmato la top five assoluta al 48° Trofeo Maremma, Andrea Volpi, nel week-end appena concluso. Il pilota di Portoferraio, che tornava al volante della Skoda Fabia

La MRC Sport al Rally Regione Piemonte

La portacolori della MRC Sport Silvia Franchini con Stefano Bruzzese alle note su Suzuki Swift era ai nastri di partenza  della 18esima edizione del Rally Regione Piemonte, tenutosi il 12 e 13 aprile ad Alba e dintorni, gara valida per il campionato italiano assoluto di Rally. Per lei un lusinghiero 102esimo posto in classifica assoluta

Grande festa per i 120 anni di AC Genova con Ruote nella Storia

Si è conclusa con entusiasmo e soddisfazione da parte di tutti i presenti la manifestazione, organizzata con il preziosissimo supporto dell’Automobile Club di Genova, che ha celebrato in due giornate di storia, cultura, tradizione e bellezza i 120 anni dalla fondazione dell’Ente oggi presieduto da Carlo Bagnasco e diretto da Raffaele Ferriello. Il 13 e

error:
Torna in alto