SPAZIO PUBBLICITARIO DISPONIBILE

La Scuderia Grifone vola al Panda Raid

Dopo il settimo posto assoluto alla Dakar Classic di Marco Leva e Alexia Giugni nel mese di gennaio e dopo il terzo posto assoluto al Rallye Montecarlo Historique di Maurizio Aiolfi e Carlo Merenda nel mese di febbraio, ecco che lo stesso Merenda si ripete a marzo navigando il pluri-titolato Massimo Canella, andando a vincere il Panda Raid 2024 …e la Grifone vola!
Massimo e Carlo hanno vinto la gara dopo un lungo testa a testa con gli spagnoli Jordi Juanola e Ivan Busquets, che hanno guidato la classifica sino all’ultima prova e, pur arrivati a pari merito con i nostri, per la discriminante legata alla prima prova, dove Canella-Merenda sono risultati vincitori, hanno dovuto lasciare il trofeo nelle mani degli italiani.
Sette tappe nel deserto marocchino, 2.100 chilometri attraverso le dune del Sahara e le vette innevate dell’Atlante, per giungere alle città d’arte di Fes e Tangeri e finire con l’arrivo sulla spiaggia di quest’ultima.
Sette giornate durissime, più dure rispetto a quanto avveniva sino allo scorso anno e nelle quali le 340 auto in gara ed i loro equipaggi sono stati messi a dura prova. Non a caso, numerosissimi sono stati i ritiri.
La splendida Panda 4×4 con la quale i nostri sono arrivati sul gradino più alto del podio è stata preparata dallo stesso Canella, ormai uno specialista nel settore; la stessa macchina già utilizzata nel 2022 da Canella, sempre navigato da Merenda, con cui i due arrivarono secondi nel Panda Raid Baja 800.
Se Massimo Canella è un consolidato pilota, già vittorioso nei rally moderni/storici così come nel fuoristrada e nella regolarità, non da meno è il giovane Carlo Merenda.
“Figlio d’arte”, con la stessa passione di papà Enrico, a sua volta bravissimo navigatore, ormai spazia dalla regolarità ai raid senza più alcun limite.

Due titoli italiani nella regolarità a media, un terzo posto al Montecarlo e numerosissime gare vinte alla destra dei migliori piloti solo negli ultimi due anni testimoniano quanto Carlo sia dotato di capacità e passione e di conseguenza lo si possa già eleggere tra i grandi navigatori.
Ottimo piazzamento anche per l’altro equipaggio Grifone, formato dai varesini Luca Palmisano e Luigi Bonifacio, che con la loro Panda a due sole ruote motrici, alla loro prima esperienza in terra d’Africa, hanno raggiunto la 50esima posizione, già pronti a rimettersi in gioco anche per il prossimo anno.
Sfortunata invece la gara di Tony Rossi e Natale Boneschi, che hanno dovuto abbandonare la competizione per noie meccaniche poco prima dell’ultima tappa.
Fonte: Nicola Manzini
Fonte: ufficio stampa

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Il 24° Rally dei Nebrodi ai nastri di partenza

Domani 15 giugno motori accesi alle 9.00 per lo shakedown, alle 15.30 lo start dalla Piazza centrale di Sant’Angelo di Brolo alla volta del duplice passaggio sulla p.s Raccuja. Efficace copertura mediatica dell’intera manifestazione. Meno uno allo Start: manca davvero poco alla 24 edizione del rally dei Nebrodi che inizierà già stasera alle ore 22.00

Sono 260 i piloti verificati della 73ª «Trento Bondone»

Terminate le verifiche, con quattro soli forfait, ora si guarda alle sessioni di prova di domani. Saranno 260, domani mattina, le vetture che si faranno trovare allineate, prima all’area ex Zuffo e poi sulla linea di partenza a Montevideo, per dare vita alle prove cronometrate della 73ª «Trento Bondone», terza tappa del Campionato Supersalita. La

San Martino 2024, stasera la “stracittadina”

44° RALLYE INTERNAZIONALE SAN MARTINO DI CASTROZZA. 14° HISTORIQUE RALLYE SAN MARTINO DI CASTROZZA. San Martino di Castrozza (TN), 14/15 giugno 2024. Il Rallye DoloMitico riaccende la passione! Prime al via le vetture dell’Historique seguite dalle moderne con inversione ordine di partenza. Al via tutti i big del Trofeo Italiano Rally e piloti trentini in

Grande partecipazione e coinvolgimento per gli eventi green del Rally Italia Sardegna

Dalle iniziative con le scuole alle giornate al kartodromo dedicate alla sicurezza stradale, passando per le conferenze e i convegni su temi cruciali come turismo green, mobilità sostenibile ed energie rinnovabili: successo per il programma di Automobile Club d’Italia e AC Sassari. Anche in questo 2024, in occasione della 21ª edizione del Rally Italia Sardegna,

error:
Torna in alto