Le prove speciali del 47° Rally Il Ciocco e Valle del Serchio: strade nate per i Rally

Le prove speciali della gara di apertura, il 15 e 16 marzo, del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco, percorsi che fanno parte della storia dei rally italiani. Con Lucca, Castelnuovo Garfagnana, Barga e Il Ciocco centri nevralgici. Iscrizioni ancora aperte, fino a mercoledì 6 marzo.
Si avvicina a grandi passi il debutto 2024 del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco, con il 47° Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, in programma il 15 e 16 marzo, che avrà come suggestivo scenario l’Alta Toscana di Garfagnana e Mediavalle. Dove, su strade che sembrano nate per i rally, sono state disegnate le undici prove speciali, molte delle quali dai nomi ormai leggendari, che compongono la gara organizzata da O.S.E. Organization Sport Events, in collaborazione con Automobile Club di Lucca. Lucca, Castelnuovo Garfagnana, Barga e Il Ciocco saranno i centri nevralgici dell’evento. Nel frattempo, prosegue l’afflusso delle iscrizioni, aperte fino a mercoledì 6 marzo.
P.S. 1 PEGNANA  KM. 7,41
È in sostanza la prima parte della “classica” di Renaio .Partenza presso il bivio Palazzina, con la parte iniziale, reintrodotta nel 2019, nel tratto fino al bivio per Tiglio, in leggera salita, carreggiata generosa, adatta alle traiettorie. Alcuni tratti veramente veloci impongono frenate importanti. Alla salita segue un tratto di falsopiano stretto, tecnico e insidioso, con  la conclusione in località Bebbio, poco prima dell’abitato di Renaio.
S.P.S. 2/P.S. 6/P.S. 9 IL CIOCCO KM. 2,02
La SPS 2 è la Power Stage, che assegnerà punti da sommare al risultato finale e che verrà trasmessa in diretta televisiva. La prova è tutta all’interno della Tenuta Il Ciocco, è quasi interamente in salita medio/stretta e prende il via dalla zona Garitta, nella parte bassa del comprensorio, e percorre tutta la vecchia strada che portava all’Hotel Il Ciocco, attraversando la zona Laghetti, per raggiungere la zona ex Gabbia dei Leoni. Si prosegue fino al parcheggio basso nei pressi del Renaissance Tuscany Il Ciocco Resort & Spa, dove c’è una inversione spettacolare. Attraverso l’uscita bassa del parcheggio si entra nello stradone principale del Ciocco, fino alla conclusione poco prima della zona Eliporto. Questo percorso verrà utilizzato anche come SHAKEDOWN e QUALIFYING STAGE.
P.S. 3 MONTECENERI   KM. 2,54                
È una delle prove classiche del Ciocchetto Event, tradizionale gara natalizia che si svolge nella Tenuta Il Ciocco. Parte dalla zona sottostante allo Stadio del Ciocco, denominata Monteceneri/College, la sede stradale è stretta con un fondo molto insidioso, che non perdona l’errore. L’andamento è in leggera salita per la quasi totalità. L’arrivo è nella parte alta dello Stadio, con il fine prova subito dopo un bivio a T.
P.S. 4/P.S. 11 CAREGGINE   KM. 19,60
È la prova speciale più lunga del rally, una delle più apprezzate “crono” da parte dei piloti e la partenza dista solo 3 km dalla fine della speciale di Puglianella. La prova speciale prende il via dal paese di Poggio, con sede stradale larga e dove la cura delle traiettorie, e non tanto la potenza, porta benefici in termini di cronometro. Si arriva così all’abitato bello e caratteristico di Careggine, con un suggestivo attraversamento tra le case. Il percorso presenta quindi un lungo e veloce rettilineo, che immette in un tratto guidato, in leggera salita, fino ad arrivare ad una inversione a sinistra molto spettacolare e raggiungibile facilmente sia dalla Versilia che da Capanne di Careggine. Dopo il valico del Passo della Foce, inizia una discesa impegnativa, molto tecnica, che attraversa anche l’abitato di Colle, quindi quello di Cerretoli, per arrivare, in conclusione, poco prima del paese di Castelnuovo Garfagnana.
Su questa speciale sono inserite tre Chicane Virtuali, al posto delle Chicane tradizionali.
P.S. 5/P.S. 8 RENAIO KM. 14,32
È una delle prove “storiche” del rally Il Ciocco, con partenza presso il bivio Palazzina e con l’intera discesa finale che si conclude in prossimità del torrente Corsonna. La parte iniziale, reintrodotta nel 2019, nel tratto fino al bivio per Tiglio è in leggera salita, carreggiata generosa, adatta alle traiettorie.
Alcuni tratti veramente veloci impongono frenate importanti. Alla salita segue un tratto di falsopiano stretto, tecnico e insidioso, con l’attraversamento dell’abitato di Renaio. La prova si conclude con una discesa assai tecnica, con molti tornanti.
P.S. 7/P.S. 10  PUGLIANELLA  KM. 11,01   
È una prova speciale tornata nel percorso del rally Il Ciocco lo scorso anno e che non veniva utilizzata da circa 15 anni.
Su questo tratto di strada, si svolge la manifestazione di beneficienza “Parata del sogno”. Parte dalla frazione di Vitoio, inizia con una salita leggera e guidata, con alcuni tratti in falsopiano, piuttosto veloci. Sfiora quindi la frazione di Puglianella, dove prosegue un tratto in salita, fino alla località Roggio. Da qui inizia una discesa ripida, molto guidata, fino alla spettacolare inversione sinistra sulla Strada Provinciale di fondovalle, nei pressi della Diga di Vagli. L’ultimo tratto di speciale è largo, veloce e guidato, in leggera discesa, fino alla conclusione della speciale, poco prima dell’abitato di Poggio.
Nel percorso di questa prova è inserita una Chicane Virtuale.
Fonte: Leo Todisco Grande | ufficio stampa
Foto: Massimo Bettiol

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

7° Rally Internazionale Storico Costa Smeralda: le prove e gli orari

A poche ore dallo start della gara organizzata da ACI Sassari, si forniscono informazioni e dettagli utili sulle località e le strade interessate. Con l’avvio delle verifiche sportive presso il Conference Center di Porto Cervo la settima edizione del Rally Internazionale Storico Costa Smeralda entra nella fase decisiva; di seguito, si forniscono alcune informazioni sugli

Team Bassano in forze al Rally Storico Costa Smeralda

Sfiorano le tre decine gli equipaggi della scuderia veneta, presente in massa al secondo round del CIRAS e del Trofeo A112 Abarth. Sono ben ventinove gli equipaggi del Team Bassano iscritti all’edizione 2024 del Rally Storico Costa Smeralda, ventotto dei quali in gara nel rally e un ulteriore, quello formato da Leopoldo Di Lauro e

Trofeo A112 Abarth: ecco la dozzina del Costa Smeralda

Dopo il rinvio del Rally Campagnolo la Serie organizzata dal Team Bassano riparte dalle speciali del rally sardo con dodici equipaggi, tre dei quali all’esordio. L’attesa di rivedere le A112 Abarth sfidarsi nuovamente dopo il Rally delle Vallate Aretine si sta per concludere grazie all’imminente Rally Storico Costa Smeralda. A seguito del rinvio a data

error:
Torna in alto