Rally Piancavallo: uno junior doc sulle strade del mito

Il figlio d’arte Matteo Doretto si ripresenta al via del Rally Piancavallo dove ha debuttato lo scorso anno e iniziato un percorso che lo vede attuale protagonista del tricolore promozione su Renault Clio Rally5. Le iscrizioni chiuse ieri hanno superato il traguardo della tripla cifra.
Prima il nonno Nello, poi papà Michele e mamma Barbara Arcangioli. Conosciuti e apprezzati nel variegato arcipelago delle corse su strada, soprattutto a nordest. Famiglia da corsa quella di Matteo Doretto, con il Piancavallo sempre sullo sfondo, totem per i pordenonesi stregati da derapate e controsterzo. E ora tocca a lui, rampollo non ancora ventenne, che da neo patentato l’anno scorso ha esordito proprio nella gara di casa affiancato dall’esperto maniaghese Adriano Gioelli, firmando un ottimo secondo posto di Classe Rally5. Venerdì prossimo si ripresenta al via con un’altra Renault Clio Rally5 della Gima, stavolta assistito alle note dal trevigiano Andrea Budoia. Assieme sono protagonisti del Campionato Italiano Assoluto Rally Junior 2023, serie promozionale organizzata da ACI Sport, riservata ai giovani talenti nazionali e per la quale le vetture sono tutte preparate da Motorsport Italia. “Sarà sicuramente emozionante – dichiara il baby Doretto – tornare sulle strade che hanno segnato il mio debutto nel mondo dei rally. Dall’anno scorso sono cambiate molte cose. Una tra tutte è indubbiamente la consapevolezza di essere cresciuto e aver fatto tantissima esperienza. Questa per noi sarà una gara test in vista del 1000 Miglia, dove speriamo di trovare delle condizioni meteorologiche simili”. C’è però qualcosa di magico nel Piancavallo che va ben oltre l’esigenza di sperimentare situazioni di prova speciale e di assetto compatibili con il round bresciano del tricolore. E’ come salire su una nave scuola per imparare la navigazione in alto mare.  E’ come salire su una nave scuola per imparare la navigazione in alto mare. Non a caso dentro Knife Racing, che organizza la gara su mandato dell’Automobile Clu Pordenone, abbondano i navigatori e l’amatissimo rally che fu di Maurizio Perissinot e Lucio De Mori ora ha per skipper Stefano Lovisa e il suo equipaggio ben assortito, che sta tracciando una nuova rotta verso le vette della specialità. “Da parte nostra massimo impegno nella gara di casa per ottenere il miglior risultato possibile. Ci sono diverse novità di percorso rispetto alla scorsa edizione, stimolo ulteriore per affrontare con grande concentrazione una sfida dove avremo attorno tanti amici e conoscenti. A questo proposito – sottolina Matteo – ci tengo a ringraziare quanti mi stanno aiutando nel percorso formativo, a livello economico e di supporto tecnico. Sto vivendo una magnifica avventura e ho il privilegio di una famiglia da corsa che mi sostiene in ogni frangente”.
Ancora sei giorni di attesa per lo start del 36° Rally Piancavallo (1/2 settembre) che ieri ha chiuso le iscrizioni oltre la tripla cifra e con nomi di spicco che faranno salire la febbre per la corsa.
Foto Rallyciak

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

7° Rally Internazionale Storico Costa Smeralda: le prove e gli orari

A poche ore dallo start della gara organizzata da ACI Sassari, si forniscono informazioni e dettagli utili sulle località e le strade interessate. Con l’avvio delle verifiche sportive presso il Conference Center di Porto Cervo la settima edizione del Rally Internazionale Storico Costa Smeralda entra nella fase decisiva; di seguito, si forniscono alcune informazioni sugli

Team Bassano in forze al Rally Storico Costa Smeralda

Sfiorano le tre decine gli equipaggi della scuderia veneta, presente in massa al secondo round del CIRAS e del Trofeo A112 Abarth. Sono ben ventinove gli equipaggi del Team Bassano iscritti all’edizione 2024 del Rally Storico Costa Smeralda, ventotto dei quali in gara nel rally e un ulteriore, quello formato da Leopoldo Di Lauro e

Trofeo A112 Abarth: ecco la dozzina del Costa Smeralda

Dopo il rinvio del Rally Campagnolo la Serie organizzata dal Team Bassano riparte dalle speciali del rally sardo con dodici equipaggi, tre dei quali all’esordio. L’attesa di rivedere le A112 Abarth sfidarsi nuovamente dopo il Rally delle Vallate Aretine si sta per concludere grazie all’imminente Rally Storico Costa Smeralda. A seguito del rinvio a data

error:
Torna in alto