SPAZIO PUBBLICITARIO DISPONIBILE

Scuderie. La Speed Motor alla Cronoscalata Alpe del Nevegal

CIVM: DUE ISCRITTI DELLA SPEED MOTOR ALLA CRONOSCALATA “ALPE DEL NEVEGAL”. GIANLUCA DE MASI VUOLE TENERE LA TESTA DELLA CLASSIFICA DI CLASSE NELLA RACING START CUP CON LA SUA RENAULT CLIO, MENTRE PAOLO BICCHERI SU ALFA ROMEO 147 E’ ATTESO DA UNA SELETTIVA GARA NELLA CLASSE 2.0 DELLA RACING START PLUS.
Sono due i piloti della Speed Motor che nel fine settimana prenderanno parte alla 49esima edizione della cronoscalata “Alpe del Nevegal”, nona tappa del Campionato Italiano di Velocità in Montagna 2023 che si disputa sui 5500 metri del tracciato bellunese che collega Caleipo-Castion con l’arrivo ad Alpe in Fiore. Nella Racing Start Cup, Gianluca De Masi è iscritto con la sua Renault Clio in una classe oltre 1600 nella quale troverà avversari determinati, anche se non sono gli stessi delle ultime gare. Il tuderte di La Spezia è al momento quarto nella classifica assoluta di raggruppamento, ma in testa alla coppa di classe, che a questo punto diventa il suo obiettivo di stagione. Nella Racing Start Plus c’è poi Paolo Bicchieri, reduce da un ottimo terzo posto in classe 2.0 – nonostante i problemi alla sua Alfa Romeo 147 avuti soprattutto in gara 2 – nella salita di casa, il trofeo “Luigi Fagioli”. Il “driver” di Gubbio dovrà vedersela con concorrenti di prim’ordine: Gianluca Grossi su Renault Clio, Adriano Pilotto su Honda Civic Type e Matteo Bommartini (sempre su Honda) tanto per citarne alcuni. Verifiche amministrative e tecniche nella giornata di venerdì 4 agosto dalle 10 alle 18.30, prove ufficiali in due sessioni sabato 5 dalle 9 in poi e via di gara 1 domenica 6 alle 9, con gara 2 a seguire.
Fonte: Ufficio stampa Claudio Roselli
Nelle foto: Gianluca De Masi in azione con la sua Renault Clio Cup e Paolo Biccheri accanto alla sua Alfa Romeo 147

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Presentata la 21ª edizione del Rally Italia Sardegna

Svelati anche gli ultimi dettagli della prossima tappa italiana del Mondiale Rally, attesa sugli sterrati dell’Isola dei Quattro Mori dal 30 maggio al 2 giugno. “Il RIS è un patrimonio per il nostro Paese, frutto del solido matrimonio con la Sardegna” ha commentato il Pres. ACI Sticchi Damiani. 87 equipaggi rappresenteranno 34 nazionalità nell’evento iconico

error:
Torna in alto