SPAZIO PUBBLICITARIO DISPONIBILE

Ultima settimana di iscrizioni aperte per l’8° Rally “Colline Metallifere e Val di Cornia”

L’ottava edizione della gara sarà il 21 e 22 ottobre, ultima prova del Trofeo di Zona per le auto storiche e per questo partiranno in testa alla corsa. Confermate partenza ed arrivo in centro a Piombino, per questa edizione, che si propone come ideale test in vista della finale nazionale di Coppa Italia della settimana successiva. Chiusura iscrizioni l’11 ottobre.

Ultima settimana di iscrizioni aperte per  l’8° Rally delle Colline Metallifere e Val di Cornia-6° Memorial Leonardo Tucci, in programma per il 21 e 22 ottobre.
Il termine di invio delle adesioni è fissato, da regolamento, per mercoledì 11 ottobre, per la gara, che ha confermata la presenza delle vetture storiche, per il 3° Valdicornia Historic Rally, prova finale del Trofeo Rally di 3^ Zona (TRZ), per cui proprio esse andranno ad aprire le partenze del rally.
 
La gara è dunque nella sua fase “calda” e la sua collocazione temporale la mette in una posizione di favore per poter essere sfruttata come ideale test in vista della finale unica della Coppa Italia di Cassino, prevista per la settimana dopo.
 
Per il sesto anno la gara, penultima prova del Trofeo Rally Toscano, farà base a Piombino, dove è stata trovata di nuovo ampia accoglienza sia dall’Amministrazione Comunale come pure dagli operatori economici, identificando bene un territorio ad alta vocazione turistica. Si parla dunque di un evento ideale veicolo per l’immagine della città portuale e del suo hinterland, vantaggioso volàno per l’indotto turistico-ricettivo.
 
Sport e promozione del territorio sono sempre più convintamente le fondamenta del lavoro dell’organizzazione nel pensare la gara, che quest’anno conferma i comuni coinvolti al fianco dell’organizzazione. Oltre a Piombino, vi sono quelli dell’intera area della Val di Cornia: Campiglia Marittima, Monteverdi, San Vincenzo, Sassetta e Suvereto. 
 
IL PROGRAMMA
Si torna in centro a Piombino, come partenza ed arrivo, in Corso Italia. Un tracciato, quello dell’edizione duemilaventitré ricavato dalla tradizione, in parte rivisto, ma di sicuro in grado di soddisfare i “palati più fini”. In totale sono sette, le Prove Speciali previste, distribuite in due giorni, per un totale cronometrato di 61 chilometri, sui totali 338,950. Al sabato, 21 ottobre, dopo la partenza in centro città a Piombino – Corso Italia – alle ore 16,31, si disputeranno tre prove speciali con il fascino dei fasci di luce che tagliano l’oscurità. Una sarà da ripetere due volte e l’altra sarà un “Super Prova Speciale”, dove lo spettacolo la farà da padrone.
 
Il resto delle sfide sarà l’indomani, domenica 22 ottobre. Attenderà i concorrenti un ambo di prove da ripetere due volte, strade che appartengono alla storia del rallismo nazionale. Seguirà l’arrivo, sempre in Corso Italia a Piombino, dalle ore 16,10, con premiazione sul palco, certamente abbracciati dal pubblico delle grandi occasioni,
 
Il quartier generale della competizione sarà, come lo scorso anno, alla Marina di Salivoli, nei cui pressi sarà organizzato anche il Parco di Assistenza. Riordino notturno tra sabato e domenica a Piombino, quello di metà prima giornata a San Vincenzo, mentre a Venturina si avrà il riordinamento della domenica.

IL “MEMORIAL LEONARDO TUCCI”
La gara sarà di nuovo intitolata a Leonardo Tucci, il driver originario della bassa provincia livornese, prematuramente scomparso nel 2012, uno sportivo di alto livello e carisma, il cui ricordo è ancor oggi molto forte. Sarà la sesta edizione del “memorial” a lui dedicato.
 
L’edizione del 2022 vide la vittoria del livornese Roberto Tucci, in coppia con Sauro Farnocchia su una Skoda Fabia R5, mentre per la parte “historic” il successo andò all’esperto lucchese Mauro Lenci, con alle note Ronni Celli, sulla Peugeot 205 GTI 1.9.
Foto di Luca Barsali
Fonte: Alessandro Bugelli

 

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Presentata la 21ª edizione del Rally Italia Sardegna

Svelati anche gli ultimi dettagli della prossima tappa italiana del Mondiale Rally, attesa sugli sterrati dell’Isola dei Quattro Mori dal 30 maggio al 2 giugno. “Il RIS è un patrimonio per il nostro Paese, frutto del solido matrimonio con la Sardegna” ha commentato il Pres. ACI Sticchi Damiani. 87 equipaggi rappresenteranno 34 nazionalità nell’evento iconico

error:
Torna in alto