SPAZIO PUBBLICITARIO DISPONIBILE

Vittoria per Codecà-Toffoli nel Suzuki Challenge 2023 al 30° Italian Baja

Primo tra gli italiani e nel monomarca il pilota al volante della vettura di Gruppo T1. Tanti i colpi di scena che hanno caratterizzato la gara pordenonese. Bordonaro rallenta, ma resta in testa alla classifica.

Altra tappa dal sapore internazionale per il Suzuki Challenge 2023, sbarcato lo scorso fine settimana all’Italian Baja, gara giunta alla sua edizione numero trenta e che è stato lo scenario delle validità del Campionato Italiano Cross Country e SSV 2023, quarto round della serie nazionale, e terza prova della FIA Cross Country Bajas World Cup, nonché come quarto appuntamento del monomarca.
Tante le insidie e i colpi di scena che hanno animato le sfide sui greti del Meduna e Tagliamento, lungo i quali si sono affrontati gli interpreti dell’off road iscritti al trofeo promosso dalla casa giapponese tra le giornate di venerdì 7 e sabato 8 luglio, prima con il prologo “Zoppola” di 10,47 chilometri e poi con il doppio passaggio sul settore selettivo di “Pasch”, della lunghezza di 136 chilometri competitivi.
Trionfo di Codecà, ma Bordonaro continua a dettare il passo
Una gara tutt’altro che facile e che ha incoronato come vincitore della tappa del Challenge Lorenzo Codecà. Il pilota su Suzuki Grand Vitara di Gruppo T1 di cui condivide l’abitacolo con Mauro Toffoli, in lizza per tutte e tre le validità, ha subito recuperato la penalità che gli è stata inflitta al controllo orario nella giornata inaugurale portandosi in volata in seconda posizione assoluta nella graduatoria nazionale e al primo posto nella classifica riservata al trofeo.
Alle sue spalle il Suzuki New Jimny di Alberto Gazzetta navigato da Andrea Pizzato, sesti generali nel tricolore, mentre Alfio Bordonaro ha dovuto far fronte a un weekend complicato che ha poi concluso al terzo posto nel monomarca e dodicesimo assoluto, un risultato che gli consente però di rimane in testa alla classifica del trofeo con un totale di 101 punti, con un allungo di 24 punti su Codecà. Il catanese al volante dell’altro Grand Vitara appartenente ai T1, con Stefano Lovisa alle note, è stato infatti rallentato da noie meccaniche che non gli hanno consentito di affrontare al meglio delle sue possibilità la giornata del sabato. Fuori dal podio Samuele Lelli in gara con il Grand Vitara di Gruppo T2 e coadiuvato da Gilberto Menetti.

Un Italian Baja che non perdona
Diversi invece i ritiri registrati, tra cui quello di Emilio Ferroni in coppia con Daniele Fiorini su Suzuki Grand Vitara T1, medesima vettura di Stefano Sabellico e Paolo Manfredini, e il Grand Vitara appartenente ai T2 dell’equipaggio composto da Michele Macchiavelli e Fernando Carrugi. Tutti fuori dalla gara pordenonese per problemi meccanici.
Dopo il 30° Italian Baja, il Suzuki Challenge 2023 volerà in Sardegna dopo la consueta pausa estiva, in occasione del 4° Baja Vermentino – Terre di Gallura in programma i prossimi 16 e 17 settembre. L’appuntamento isolano rappresenterà il quinto e penultimo round del trofeo promosso dalla casa di Hamamatsu.
Classifica Suzuki Challenge 2023 dopo 30° Italian Baja
1. Bordonaro pt. 101; 2. Codecà pt. 77; 3. Semeraro pt. 43; 4. Gazzetta pt. 42; 5. Ferroni pt. 30; 6. Lelli pt. 31: 7. Macchiavelli pt. 23; 8. Sabellico pt. 3
Calendario Campionato Italiano CCR e SSV 2023
10-11 marzo, 13° Italian Baja di Primavera – Artugna Race | 14-15 aprile, 1° Baja Colline Metallifere | 15-18 giugno, 6° Rally Greece Off Road | 6-9 luglio, 30° Italian Baja | 15-16 settembre, 4° Baja Vermentino | 10-11 novembre, 2° Baja delle Marche
Fonte e foto: Ufficio Stampa e PR Corporate Suzuki Italia

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Presentata la 21ª edizione del Rally Italia Sardegna

Svelati anche gli ultimi dettagli della prossima tappa italiana del Mondiale Rally, attesa sugli sterrati dell’Isola dei Quattro Mori dal 30 maggio al 2 giugno. “Il RIS è un patrimonio per il nostro Paese, frutto del solido matrimonio con la Sardegna” ha commentato il Pres. ACI Sticchi Damiani. 87 equipaggi rappresenteranno 34 nazionalità nell’evento iconico

error:
Torna in alto