51° San Marino Rally: uno sguardo alle prove speciali

Il 16 e 17 giugno si disputerà il 51° San Marino Rally. Un percorso di grande suggestione, sugli sterrati tra San Marino e Montefeltro per il debutto stagionale del CIAR Sparco su questo fondo. Stessa tabella per il Campionato Italiano Rally Terra, per il CIAR Junior e per il FIA Rally Star Training Season. Percorso più breve per il Tricolore Terra Storico e per la gara CRZ.
 
Si avvicina la data del 51° San Marino Rally e prosegue l’afflusso delle iscrizioni, per il debutto del CIAR Sparco sullo sterrato e per le altre validità all’interno della gara del Titano.
Il 51° San Marino Rally inizia, per tutti, venerdì 16 giugno alle ore 16.15 con la disputa della prova speciale n. 1 “San Marino – Power Stage”, trasmessa in diretta televisiva, mentre il giorno successivo la gara prevede altre otto prove speciali per CIAR Sparco, CIRT, CIAR Junior e FIA Rally Star Training Season, mentre saranno sei i tratti cronometrati previsti per CIRTS e per la Coppa Rally di Zona.

LE PROVE SPECIALI DEL 51° SAN MARINO RALLY
SPS 1 SAN MARINO – POWER STAGE KM 2,25
È la speciale che verrà trasmessa in diretta televisiva ed assegnerà i primi punti.
Prova interamente all’interno della Repubblica di San Marino, con l’inizio prova nella zona industriale Ca’ Chiavello. Prova pianeggiante e veloce, inizia su asfalto, con un loop intorno da una rotonda, per poi scendere a destra sull’innesto sullo sterrato, con lo spettacolare attraversamento di un ponte senza sponde. Da qui inizia un tratto molto veloce e abbastanza guidato, per arrivare al tratto finale con un dosso scenografico, che presenta sullo sfondo il monte Titano. La prova si conclude in località Montegiardino.
 
PS 2/5 TERRA DI SAN MARINO KM 4,94
Questa prova speciale, già inserita nel percorso del San Marino rally 2022, ricalca nei primi due chilometri la “San Marino Power Stage”. Con start in località Carigo, la prova è interamente all’interno della Repubblica di San Marino, con l’inizio prova su di un canalone con una frenetica discesa molto spettacolare e veloce, consigliata per il pubblico. Con accesso da inizio prova, si può raggiungere la collina a fianco della speciale da dove si può vedere un lungo tratto del percorso. La parte centrale è caratterizzata da inversioni su fondo asfaltato all’interno della zona industriale di Faetano, mentre la parte finale è pianeggiante con l’attraversamento di un ponte senza sponde.
 
PS 3/6/8 TORRENTE APSA – PIEVE DI CAGNA KM. 8,16
In questa configurazione, è una prova speciale totalmente nuova. Per un tratto deriva dalla “Torrente Apsa”, speciale molto apprezzata nelle edizioni degli anni ’90. La prova parte subito fuori dall’abitato di Pieve di Cagna, è quasi interamente pianeggiante e costeggia il percorso del fiume Apsa. Il fondo stradale è ottimo, largo e veloce, inframezzato da curve a 90°. Tra i punti spettacolari, il bivio Cerqueto Bono, con entrata da sinistra su un ponte stretto, con uscita con curva a destra (entrambe le curve a 90°) e con un dosso su un bivio dopo circa 300 metri. Con un tratto finale rettilineo e piano si arriva a fine p.s. in località Peglio.
 
PS 4/7/9 LUNANO KM. 12,68
È la prova speciale più lunga del San Marino rally 2023.
Parte all’interno del paese di Lunano, sede anche di Riordino. I primi tre km sono un classico di questo percorso, già utilizzato in varie edizioni del rally. Il primo tratto di circa 1 km è in leggera salita, su fondo asfaltato, per arrivare all’innesto con la strada sterrata con un dosso spettacolare. Ancora leggera salite e dopo un altro km altro dosso con salto. Da qui la salita si fa più decisa per altri 3 km e, dopo un altro dosso piuttosto spettacolare, inizia un tratto in discesa larga e veloce. Si arriva quindi ad un innesto su un tratto nuovo per il San Marino rally. La sede stradale diventa più stretta, molto tecnica, con continui saliscendi e con fondo ghiaioso, in quanto la strada è stata sistemata recentemente. A circa metà percorso, la prova si immette in un ulteriore nuovo tratto, molto veloce, in discesa, con carreggiata larga per circa 2 km, in direzione Macerata Feltria. Qui inizia un tratto, con fondo compatto, in salita guidata verso località Serra di Piastra, che diventa poi, nel finale, una discesa molto spettacolare fino all’arrivo nella zona industriale di Macerata Feltria.
Fonte: ufficio stampa Leo Todisco Grande
Nelle foto, due fasi del San Marino Rally 2022: Vagnini-Franchina (Skoda Fabia Rally2) e Pelliccioni-Grossi (Ford Escort RS)

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

MM Motorsport: luci ed ombre tra Tricolore e Coppa Rally di Zona

Il team lucchese archivia il fine settimana recriminando per una sfortunata foratura accusata da Rudy Michelini al Rally Regione Piemonte ma concludendo in “top five” con Roberto Tucci al Trofeo Maremma, contesto che ha garantito conferme anche a Marco Ramacciotti. È un resoconto a due facce, quello analizzato da MM Motorsport a conclusione degli impegni

Esordio stagionale di soddisfazione per Andrea Volpi al Trofeo Maremma

Il pilota elbano è tornato al volante dopo cinque mesi ed ha firmato il quinto posto a Follonica, utile allenamento in vista della gara all’Elba tra dieci giorni. Ha firmato la top five assoluta al 48° Trofeo Maremma, Andrea Volpi, nel week-end appena concluso. Il pilota di Portoferraio, che tornava al volante della Skoda Fabia

La MRC Sport al Rally Regione Piemonte

La portacolori della MRC Sport Silvia Franchini con Stefano Bruzzese alle note su Suzuki Swift era ai nastri di partenza  della 18esima edizione del Rally Regione Piemonte, tenutosi il 12 e 13 aprile ad Alba e dintorni, gara valida per il campionato italiano assoluto di Rally. Per lei un lusinghiero 102esimo posto in classifica assoluta

error:
Torna in alto