Il Rally 1000 Miglia si prepara per la 46ª edizione

La gara bresciana, in programma l’8 e 9 settembre, sarà il sesto round del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco 2023 e avrà validità anche per la Coppa Rally di Zona con coefficiente 1.5. Percorso rinnovato con la nuova prova di “Bione” ma non solo. Cerimonia di partenza ed arrivo in Piazzale Arnaldo, parco assistenza al Centro Fiera di Montichiari.
Si è svolta giovedì 10 agosto al Museo Mille Miglia di Brescia la presentazione ufficiale del 46° Rally 1000 Miglia, l’evento organizzato dall’Automobile Club Brescia che l’8 e 9 settembre riporterà nella città lombarda il Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco per il suo sesto appuntamento e la Coppa Rally di 2^ Zona come penultimo round a coefficiente 1.5.
Erano presenti il Presidente dell’Automobile Club Brescia Cav. Aldo Bonomi, l’Assessore alle Attività Produttive, al Turismo, all’Innovazione sociale ed economica e alla Transizione digitale del Comune di Brescia Dott. Andrea Poli, il Consigliere della Provincia di Brescia Alberto Bertagna, il Delegato Regionale ACI Sport Lombardia Alessandro Tibiletti, il Presidente di ACI Brescia Service Srl Giuseppe Peli ed il Safety Manager dell’evento Michele Ferrara. In sala anche il Commissario Capo della Polizia Locale di Brescia Francesco Natoli e il Direttore dell’Automobile Club Brescia Dott. Alberto Ansaldi.
In virtù della grandissima popolarità che questa competizione ha da sempre avuto per gli sportivi bresciani, hanno partecipato alla presentazione anche Stefano Albertini, Danilo Fappani, Andrea Dallavilla ed Ilario Bondioni che a vario titolo si sono fregiati dell’onore e dell’orgoglio di vincere la gara di casa. All’esterno del Museo Mille Miglia ha fatto bella mostra anche la Citroën C3 Rally2 di Alberto Dall’Era e Luca Beltrame, quest’ultimo intervenuto anche durante la presentazione, gestita da P.A. Racing e recante il logo di uno dei main partners del Rally 1000 Miglia, la Dall’Era Valerio Brass Nuts.
La serata ha rivelato i contorni di questo appuntamento che si svilupperà su una distanza complessiva di oltre 480 chilometri di cui 104,84 cronometrati con 9 prove cronometrate. Centro Direzionale e Parco Assistenza al Centro Fiera di Montichiari come per le ultime due edizioni.
L’evento inizierà venerdì 8 settembre in mattinata con lo shakedown ai Laghetti di Sovenigo non distante da Puegnago del Garda. Il sesto appuntamento del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco prenderà poi il via effettivo alle 16:20 dal Centro Fiera di Montichiari. Si entrerà subito nel cuore del rally dalle 17:30 con la Power Stage d’apertura in diretta televisiva su ACI Sport TV e RAI Sport, la “Valle Sabbia Dall’Era Valerio” identica nel suo sviluppo a quella del 2022. Dopo questo elettrizzante avvio i concorrenti CIAR scenderanno a Brescia, in Piazzale Arnaldo, per la cerimonia di partenza di fronte al pubblico bresciano prima di tornare a Montichiari per il riordino notturno.
Sabato la giornata decisiva, alla quale si inserirà in coda anche la Coppa Rally di Zona. Quattro prove da ripetere per due volte animeranno la sfida con “Provaglio Val Sabbia” che riprende la conformazione 2022 e conclude sui 2.54 chilometri della Power Stage. Novità assoluta la “Bione” di 6.13 chilometri, che parte proprio dalla località che le dà il nome e si sviluppa principalmente in discesa fino a Casto. “Mura” proseguirà la sfida, rivisitando quella che lo scorso anno fu “Irma”. 8.92 chilometri che combineranno tutte le caratteristiche, con sede stradale prevalentemente stretta e chiusura in salita dopo il Lago di Bongi. Ultima del giro la lunga e attesa “Pertiche” di oltre 26 chilometri, prova dallo sviluppo davvero importante dove è probabile che la classifica subirà gli scossoni maggiori.
La Coppa Rally di Zona affronterà il medesimo percorso nella sola giornata di sabato: unica modifica sarà l’accorciamento, per questioni legate al regolamento del CRZ, della “Pertiche” che scenderà a 9.23 chilometri e si concluderà subito dopo il bivio di Forno d’Ono nel primo tratto della salita successiva. Da ricordare che la gara di Zona sarà valida anche per la Coppa ACI Sport WRC Plus, l’unica serie in Italia che consente anche alla massima espressione tecnica delle attuali vetture di confrontarsi sulle prove speciali dei campionati italiani.
Data la situazione del CIAR Sparco, deciso in favore di Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto, vincitori della scorsa edizione del Rally 1000 Miglia, le alchimie della classifica potrebbero favorire la partecipazione degli equipaggi bresciani desiderosi di tornare a scrivere il loro nome nell’Albo d’Oro della manifestazione più prestigiosa. Gli ultimi a riuscirci sono stati Stefano Albertini e Danilo Fappani nel 2021 e l’entusiasmo dei tifosi bresciani è già alle stelle nella speranza di poter sventolare la leonessa azzurra ancora una volta.
Riordino e parco assistenza di metà giornata saranno ovviamente a Montichiari per tutti, CIAR e CRZ, così come entrambe le gare arriveranno in quest’ordine a Piazzale Arnaldo a partire dalle 18:07 per la grande festa finale di questa 46^ edizione alla presenza di appassionati ed autorità.
L’evento sarà quest’anno inserito anche all’interno del calendario eventi di “Bergamo Brescia 2023 – Capitale Italiana della Cultura” importante attestazione di interesse culturale e sportivo che garantirà alla 46^ edizione del Rally 1000 Miglia maggiore visibilità e diffusione.
Le iscrizioni sono aperte fino al prossimo 30 agosto su rally1000miglia.it ma andranno prima perfezionate sul portale acisport.it all’interno dell’area riservata concorrenti.

Cav. Aldo Bonomi, Presidente Automobile Club Brescia. “Il Rally 1000 Miglia è sempre tradizione e allo stesso tempo innovazione e lo conferma anche alla vigilia di questa 46^ edizione. Un ringraziamento particolare a tutte le istituzioni che ci supportano, al Comune di Brescia che ci permette di fregiarci dell’orgoglio di partire ed arrivare dal centro della città, alla Polizia Locale ed alle Forze dell’Ordine sempre al nostro fianco. Abbiamo riportato il Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco, riceviamo ogni anno complimenti e questo ci sprona a dare qualcosa in più per portare questa gara su palcoscenici sempre più importanti e continueremo a lavorare in questo senso grazie anche al nuovo Direttore, il Dott. Ansaldi. Gli sportivi bresciani sono innamorati delle automobili, grazie quindi a tutte le persone che hanno partecipato a questa presentazione e non da ultimo a tutta la squadra di lavoro che si impegna tutto l’anno per questo evento”.
Dott. Andrea Poli, Assessore alle Attività Produttive, al Turismo, all’Innovazione sociale ed economica e alla Transizione digitale del Comune di Brescia. “Ringrazio l’ACI Brescia e tutto il team che lavora a questo evento. Brescia ed il territorio bresciano sono molto legati alle corse ed al brand 1000 Miglia in tutte le sue declinazioni, il rally è una di queste. Quest’anno abbiamo investito molto nell’attrattività del nostro territorio e un evento come questo ci qualifica perché unisce la cultura sportiva con la cultura del lavoro e dell’industria che sono una nostra eccellenza, così come la cultura turistica e di accoglienza. Il 46° Rally 1000 Miglia abbraccerà un territorio molto importante, garantirà un importante volano per lo sviluppo economico non solo del capoluogo ma anche di zone che essendo meno centrali ricevono meno frequentemente importanti flussi di visitatori”.
Dott. Alberto Bertagna, Consigliere Provincia di Brescia. “Un altro Rally 1000 Miglia. 46 edizioni di storia confermano la costanza, il lavoro e l’esperienza che stanno dietro a questo brand. Siamo in un momento storico per la nostra provincia dove sport e cultura si uniscono in questa che resta una delle manifestazioni più apprezzate. L’atmosfera è bellissima, anche questa sera tantissima gente. Viva il Rally 1000 Miglia e la Provincia di Brescia”.
Dott. Alessandro Tibiletti, Delegato Regionale ACI Sport Lombardia. “Sono onorato di essere a Brescia. Come responsabile regionale dello sport automobilistico non posso non ricordare che siamo la prima regione in Italia per numero di licenziati, per tipologia di gare, per i nostri piloti. Conosco bene lo sforzo economico che gli organizzatori devono sostenere per organizzare gare di livello come il Rally 1000 Miglia e mi complimento con lo staff del Presidente Bonomi che rappresenta una delle eccellenze organizzative italiane. Come Federazione stiamo lavorando per la formazione con un nuovo progetto Academy che mira ad accrescere le competenze di tutte le figure sportive che non siano piloti nell’ottica anche di aiutare gli organizzatori in una ulteriore professionalizzazione dei ruoli”.
Fonte e foto: Ufficio Stampa | Matteo Bellamoli
Nella foto in alto, da sinistra: Alessandro Tibiletti, Michele Ferrara, Giuseppe Peli, Danilo Fappani, Alberto Bertagna, Andrea Poli, Francesco Natoli, Andrea Dallavilla, Luca Beltrame, Aldo Bonomi, Ilario Bondioni, Stefano Albertini.
Nella foto al centro un’immagine della sala, e sotto il tavolo dei relatori.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Giandomenico Basso e Lorenzo Granai vincono il 18° Rally Regione Piemonte

Il piota veneto porta al successo la Toyota Yaris Gr con la quale ha esordito al Rally “Il Ciocco”. Seconda posizione per il francese Lefebvre – Terzo Campedelli. Nel CIAR Junior il primo acuto è di Matteo Doretto e Marco Frigo. Rachele Somaschini prima nel femminile. L’appuntamento di apertura del GR YARIS CUP va al

1° Valli Biellesi: le iscrizioni sono aperte

Organizzata da Veglio 4×4 e BMT Eventi la gara biellese sarà il quarto appuntamento del Campionato Italiano e si svolgerà sabato 12 maggio. Si sono aperte ufficialmente le iscrizioni all’undicesima edizione del “Valli Biellesi” gara di regolarità classica per auto storiche alla quale è abbinata anche la “turistica”, quest’ultima aperta anche alle moderne. Organizzata da

Ruote nella Storia e il Tour dei Rolli in Liguria

Sabato 13 aprile e domenica 14 aprile 2024 Ruote nella Storia approda tra i rolli genovesi, ovvero i palazzi e le dimore di nobili famiglie che aspiravano ad ospitare le alte personalità in transito a Genova per visite di Stato. Un viaggio sempre originale, offerto in questa occasione dalla preziosa collaborazione dell’Automobile Club di Genova,

Rally Regione Piemonte: Mikkelsen dà spettacolo sulle colline Unesco

CRUGNOLA VINCE LA “POWER STAGE” E SI RIPETE A COSSANO. BASSO RISPONDE A TREZZO E CHIUDE LA PRIMA GIORNATA AL SECONDO POSTO. NUCITA È LA TERZA FORZA IN CAMPO IN QUESTA PRIMA PARTE. Domani si riparte con altri sette impegni cronometrati. L’arrivo alle ore 17.40 in piazza San Paolo ad Alba.   La prima giornata

error:
Torna in alto