SPAZIO PUBBLICITARIO DISPONIBILE

Iscrizioni aperte per il 3° raduno “Ruote nella Storia da Bergamo al Castello Visconteo di Pagazzano”

Per gli appassionati, e più in generale per tutti, è una giornata memorabile quella che si terrà domenica 17 settembre 2023, organizzata dall’ACI Bergamo. Torneranno in strada infatti le auto che hanno fatto… storia, all’insegna di “Ruote nella storia”.
E per un giorno saranno ancora sicure e ammirate protagoniste.
La carovana di queste auto d’epoca si metterà in movimento dall’Accademia della Guardia di Finanza, in città, a Bergamo e percorreranno un itinerario interessante per i partecipanti che sfileranno con queste “signore d’antan” e per gli spettatori che ogni volta fanno da cornice al loro passaggio.
Queste le località toccate: Ponte San Pietro, Sotto il Monte, Crespi d’Adda – dove ci sarà una sosta con visita al Villaggio omonimo, patrimonio dell’UNESCO – quindi Fara Gera d’Adda e Treviglio, poi da qui ci si dirigerà al Castello Visconteo di Pagazzano.
Già entrare nell’edificio è camminare nella storia, ma per i partecipanti a “Ruote nella Storia”, quest’anno alla sua terza edizione, ci sarà anche un appuntamento con l’arte. Nel Castello ci sarà una visita guidata da Ugo Riva, uno degli artisti contemporanei più apprezzati sulla scena italiana, alla
mostra collettiva di scultura nel segno del grande Giacomo Manzù.
Obiettivo dichiarato di “Ruote nella storia” è la valorizzazione delle auto storiche, raggruppate in due categorie:
– una lista di “salvaguardia” per le quattro ruote dai 20 ai 29 anni (e a sfilare saranno proprio queste);
– e una che riunisce le “ultratrentenni”, un patrimonio della memoria e non solo per gli appassionati.
Le iscrizioni restano aperte fino all’8 settembre. L’anno scorso, quando l’itinerario si snodò da Bergamo a Lovere, furono più di 50 le vetture partecipanti, giunte dalla Bergamasca e da altre province lombarde, con oltre cento accompagnatori.
Fonte: AC Bergamo

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Presentata la 21ª edizione del Rally Italia Sardegna

Svelati anche gli ultimi dettagli della prossima tappa italiana del Mondiale Rally, attesa sugli sterrati dell’Isola dei Quattro Mori dal 30 maggio al 2 giugno. “Il RIS è un patrimonio per il nostro Paese, frutto del solido matrimonio con la Sardegna” ha commentato il Pres. ACI Sticchi Damiani. 87 equipaggi rappresenteranno 34 nazionalità nell’evento iconico

error:
Torna in alto