L’R-XTeam chiude ai piedi del podio il 6° Rally di Salsomaggiore Terme

La scuderia di Casto (BS) grazie all’ottima prova di Alberto Dall’Era e Luca Beltrame conquista un buon quarto posto assoluto nella gara corsa in provincia di Parma. Buon esordio per i fratelli Gazzaroli, rally invece tormentato dai problemi tecnici per Rosina e Pedersoli nonostante la vittoria di classe.  
L’R-XTeam torna dal 6° Rally Salsomaggiore Terme con un podio sfiorato grazie ai suoi portacolori Alberto Dall’Era e Luca Beltrame, che alla prima gara con la Citroen C3 Rally2 R5 hanno dimostrato subito il buon affiatamento con la vettura francese.
Per il pilota della Valsabbia la gara corsa in provincia di Parma aveva lo scopo di mantenersi in allenamento in vista della prossima partecipazione al Rally 1000 Miglia, la gara di casa per eccellenza, ma anche per testare la Citroen C3 dopo oltre due stagioni passate con la fida Volkswagen Polo GTi R5.
“La corsa è andata bene – esordisce un soddisfatto Dall’Era – ci siamo trovati subito ottimamente con la Citroen, anche se è diversa dalla mia Polo, è un’auto che deve essere conosciuta bene per poterne apprezzare in pieno il potenziale. E’ stata comunque una bella esperienza, positiva, non fosse altro per il fatto che comunque in queste occasioni si impara sempre qualcosa di nuovo. La gara mi è piaciuta e con Luca, il mio navigatore, e tutta squadra è andato tutto per il meglio. Torniamo a casa con un quarto posto che ci soddisfa.”      

Parole di soddisfazione arrivano anche dai fratelli Andrea ed Alberto Gazzaroli, esordienti assoluti in una competizione rallystica. Al via con una Peugeot 208 R2B, per i gemelli bresciani l’appuntamento a Salsomaggiore è servito come primo approccio al mondo delle competizioni, anche in questo caso in ottica della futura partecipazione al 1000 Miglia.
L’obiettivo principale naturalmente non era il cronometro ma l’accumulare chilometri: “Siamo molto contenti di questa nostra prima esperienza – racconta un entusiasta Andrea Gazzaroli –  la cosa che mi fa più piacere è che una volta finita la gara abbiamo guardato i tempi e devo dire che siamo sempre migliorati, e questo ci fa molto piacere. Mi dispiace che abbiano annullato l’ultima prova perchè era quella che mi piaceva di più. Con la macchina mi sono trovato subito molto bene, bella da guidare, la parte difficile per noi alla prima uscita è stato l’approccio con i tagli in prova, in questo rally ce n’erano moltissimi, quando arrivavi in curva dovevi proprio buttarti dentro perchè erano tutte molto sporche e se non tagliavi rischiavi di scivolare fuori. Dopo comunque abbiamo preso sempre più ritmo e le cose sono andate sempre meglio.”
La gara è stata un doppio debutto, perchè se per Andrea è stata la prima esperienza in veste di pilota, per il fratello Alberto lo è stata nei panni di navigatore: “Alberto è stato molto bravo – prosegue Andrea – oltre che nel dettarmi le note anche nei controlli orari non ha sbagliato niente, siamo veramente contenti, abbiamo rotto il ghiaccio e adesso pensiamo al 1000 Miglia!”

Tornano invece da Salsomaggiore decisamente poco soddisfatti di come sono andate le cose Giuliano Rosina e Massimo Pedersoli, al via con l’obiettivo di vedere risolti i problemi che hanno recentemente afflitto la loro Peugeot 106 Rally, ma che invece si sono trovati ad affrontare una gara tutta in salita per il persistere di nuovi inconvenienti tecnici che hanno rallentato la loro corsa: “Sabato siamo partiti pensando di avere risolto i problemi ed invece la macchina continuava a spegnersi – racconta Rosina –  il nostro meccanico è così tornato di corsa a Brescia per prendere un pezzo nuovo per vedere di sistemare la cosa. 
La domenica mattina siamo partiti bene, staccando anche il miglior tempo di classe, la prova successiva la macchina si è però fermata di nuovo. In assistenza abbiamo così sostituito la centralina, montando quella di scorta, da allora la vettura non ha più avuto problemi. Nel frattempo il nostro avversario diretto si è ritirato e così abbiamo vinto anche a classe nonostante tutti i problemi che abbiamo avuto. Il nostro imperativo era continuare la gara per riuscire a risolvere i guai che ci accompagnavano. Adesso sembra che abbiamo capito il problema, un probabile surriscaldamento della centralina, speriamo che questo ci permetta di fare una bella gara al 1000 Miglia. La gara mi è piaciuta ma purtroppo in tanti punti le prove speciali erano troppo rovinate dai  tagli, sopratutto per noi con le vetture piccole in alcuni casi ci ritrovavamo con le ruote che giravano a vuoto da tanto che erano profondi i solchi, che comunque eri obbligato a prendere perchè altrimenti finivi fuori strada per lo sporco all’esterno della curva. Nonostante tutto comunque ci siamo divertiti.”
Fonte: Ufficio Stampa R-XTeam Matteo Bellamoli – Michele Dalla Riva

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Lussorio Niolu vince il 1° ABC Motor Challenge

Il portacolori dell’ABC Motorsport, Lussorio Niolu al volante di una Suzuki Prosport, ha vinto la prima edizione dell’ABC Motor Challenge organizzata sulla pista di Tramatza dall’ABC Motorsport e dall’associazione Bono Corse. Niolu ha preceduto il compagno di scuderia Roberto Idili su Kawasaki I.R. Sport, mentre sul terzo gradino del podio è salito Enea Carta su

Poker di Faggioli alla Salita del Costo

Un finale mozzafiato consegna al campione fiorentino la quarta vittoria nella cronoscalata vicentina per 4 decimi su Merli. Fazzino completa il podio. Moessler si aggiudica la gara delle auto storiche. È Simone Faggioli ad aggiudicarsi la 31^ Salita del Costo al volante delle Nova Proto NP-01, firmando la vittoria con la quale il pilota fiorentino

Il 48° Trofeo Maremma parla reggiano: vittoria per Tosi-Costi (Skoda)

Il celebre rally organizzato da Maremma Corse 2.0, secondo atto della Coppa di 7^ zona, è rimasto incerto fino all’ultimo metro di gara, con il successo andato all’equipaggio emiliano, passato a condurre da metà gara approfittando del terreno perduto dal locale Alessio Santini (Citroen C3 WRC plus), incappato in una foratura a metà gara, quando

Giandomenico Basso e Lorenzo Granai vincono il 18° Rally Regione Piemonte

Il piota veneto porta al successo la Toyota Yaris Gr con la quale ha esordito al Rally “Il Ciocco”. Seconda posizione per il francese Lefebvre – Terzo Campedelli. Nel CIAR Junior il primo acuto è di Matteo Doretto e Marco Frigo. Rachele Somaschini prima nel femminile. L’appuntamento di apertura del GR YARIS CUP va al

error:
Torna in alto