N5 Italia assoluta protagonista nella Coppa Aci Sport 4WD: doppia leadership nelle due serie tricolori, tra asfalto e terra

Con la seconda posizione di categoria conquistata da Alessandro Rossetto al Trofeo Villa d’Este ACI Como, il pilota si installa al vertice della classifica di campionato, confermando la bontà del progetto di Alfredo De Dominicis, espresso anche dal monopolio al vertice del Campionato Italiano Rally Terra.
Arrivano ulteriori conferme per N5 Italia. Il progetto promosso da Alfredo De Dominicis, si è congedato dalle prove speciali del Trofeo Villa d’Este ACI Como consolidando le ambizioni di leadership nella classifica della Coppa Aci Sport 4WD, nuova categoria che coinvolge – oltre alle vetture N5 – quelle di classe S2000, N4, R4, R1T 4×4 e Rally3.
A garantirsi il vertice del confronto valido per il Campionato Italiano Rally Asfalto è stato Alessandro Rossetto, pilota che ha interpretato le strade lariane al volante della Volkswagen Polo N5, esemplare con il quale è riuscito ad insediarsi al comando della classifica grazie alla seconda posizione conquistata in campo gara. Riscontri che hanno permesso al pilota del team Power Brothers di superare l’assente Devis Ravanelli, attualmente secondo e garantire ad N5 Italia un vero e proprio monopolio nella “provvisoria” di campionato, con quattro vetture ad occupare le prime sette posizioni, ad un solo appuntamento dalla conclusione del Tricolore Asfalto, che si chiuderà a Bassano. Una sfida, quella ambientata in provincia di Como, che ha visto uscire di scena – nelle fasi iniziali – Pietro Porro. Il pilota, al volante della Toyota Yaris N5 di Bluthunder Racing Italy, è incappato in un’uscita di strada nella prova inaugurale, causata da acquaplaning.
 
Due vetture a comandare la classifica nella Coppa ACI Sport 4WD nel Campionato Italiano Rally Asfalto, situazione speculare che trova conferma negli equilibri del Campionato Italiano Rally Terra, con le Citroën DS3 di Davide Negri ed Alessandro Rigo rispettivamente prima e seconda nel confronto di categoria, seguite dalla Ford Fiesta di Aronne Travaglia e la Volkswagen Polo di David Bizzozero.
 
Grande, la soddisfazione espressa da Alfredo “Dedo” De Dominicis, promoter di N5 Italia: “i risultati conseguiti confermano la bontà del progetto e delle performance di queste vetture. Le N5 dimostrano con questi risultati prestanza ed affidabilità, alimentando le ambizioni di quei piloti che desiderano distinguersi in contesti diversi dai Trofeo N5 Asfalto e Terra. Entrambi i piloti che hanno affrontato il Trofeo Villa d’Este ACI Como si sono presentati alla partenza sposando questa filosofia, quella di prevalere nel confronto con vetture di altre classi, opportunità che Aci Sport ha concretizzato dedicando un riconoscimento a questa bella categoria che è la 4WD”.

Nella foto (Bettiol): Alessandro Rossetto, sulla pedana di Como.
Fonte: Gabriele Michi ufficio stampa

 
 

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Lussorio Niolu vince il 1° ABC Motor Challenge

Il portacolori dell’ABC Motorsport, Lussorio Niolu al volante di una Suzuki Prosport, ha vinto la prima edizione dell’ABC Motor Challenge organizzata sulla pista di Tramatza dall’ABC Motorsport e dall’associazione Bono Corse. Niolu ha preceduto il compagno di scuderia Roberto Idili su Kawasaki I.R. Sport, mentre sul terzo gradino del podio è salito Enea Carta su

Poker di Faggioli alla Salita del Costo

Un finale mozzafiato consegna al campione fiorentino la quarta vittoria nella cronoscalata vicentina per 4 decimi su Merli. Fazzino completa il podio. Moessler si aggiudica la gara delle auto storiche. È Simone Faggioli ad aggiudicarsi la 31^ Salita del Costo al volante delle Nova Proto NP-01, firmando la vittoria con la quale il pilota fiorentino

Il 48° Trofeo Maremma parla reggiano: vittoria per Tosi-Costi (Skoda)

Il celebre rally organizzato da Maremma Corse 2.0, secondo atto della Coppa di 7^ zona, è rimasto incerto fino all’ultimo metro di gara, con il successo andato all’equipaggio emiliano, passato a condurre da metà gara approfittando del terreno perduto dal locale Alessio Santini (Citroen C3 WRC plus), incappato in una foratura a metà gara, quando

Giandomenico Basso e Lorenzo Granai vincono il 18° Rally Regione Piemonte

Il piota veneto porta al successo la Toyota Yaris Gr con la quale ha esordito al Rally “Il Ciocco”. Seconda posizione per il francese Lefebvre – Terzo Campedelli. Nel CIAR Junior il primo acuto è di Matteo Doretto e Marco Frigo. Rachele Somaschini prima nel femminile. L’appuntamento di apertura del GR YARIS CUP va al

error:
Torna in alto