Piloti. A Vittorio Veneto un altro podio per Mancin

Continua il momento d’oro per il pilota di Rivà, al tredicesimo risultato utile consecutivo grazie ad un secondo che lo mantiene in corsa per il TIVM di zona nord.
Michele Mancin infila la tredicesima perla consecutiva in occasione di una Cronoscalata Vittorio Veneto – Cansiglio che, tornata a nuova vita grazie alle amorevoli cure di AC Treviso, ha visto il pilota di Rivà tra i protagonisti con le vetture GT.
Undici anni di assenza, di una delle classiche della velocità in salita valevole quest’anno per il Trofeo Italiano Velocità Montagna, hanno messo a dura prova il polesano, in difficoltà nel trovare le giuste misure ad un tracciato caratterizzato da una sede stradale abbastanza stretta.
Il risultato della prima prova del Sabato, secondo di classe GT Cup e terzo di gruppo GT al volante della Ferrari 458 Evo messa a disposizione da Gaetani Racing, era principalmente frutto di un processo di adattamento che vedeva un netto miglioramento nella ripetizione.

“Avevo già corso qui ma è passata una vita” – racconta Mancin – “ed infatti mi sono trovato un pò spiazzato durante prova 1, non riuscendo a prendere le misure con la Ferrari. La carreggiata qui è abbastanza stretta e non sono ammessi errori quindi diciamo che la prima salita del Sabato è stata presa con calma. In prova 2 ho iniziato a forzare ed infatti ho abbassato il mio parziale, di parecchi secondi. Era una buona base per poter lavorare, in vista della gara.”

Si aprivano le danze alla Domenica con il portacolori della scuderia di San Giorgio delle Pertiche che firmava la seconda prestazione, in classe ed in gruppo, al termine di gara 1.
L’ultima e decisiva sfida vedeva Mancin confermare il risultato della precedente, rinnovando una seconda piazza che, cronometro alla mano, faceva emergere una riduzione sensibile di gap da un Artuso che, sul tracciato trevigiano, si è dimostrato sostanzialmente imprendibile.

“Complimenti ad Artuso perchè ha volato” – aggiunge Mancin – “ma il tempo che abbiamo staccato in gara 1 ci ha reso soddisfatti, riuscendo a mettere dietro Ragazzi con la 488 Challenge Evo. Al traguardo di gara 2 ero convinto di aver fatto lo stesso tempo del mattino ed invece sono riuscito a migliorare di altri tre secondi. Questo ci ha fatto capire che Artuso non è irraggiungibile ma che dobbiamo lavorare ancora parecchio per poter arrivare al suo livello. Siamo molto contenti del bilancio complessivo perchè questa è una salita dove si guida sul serio, affrontando velocità importanti. Mi sono davvero divertito e per questo devo ringraziare Gaetani Racing e tutti i partners che mi stanno sostenendo in questo cammino nel TIVM.”

Una serie cadetta che, grazie al secondo di classe GT Cup e di gruppo GT, vede Mancin ancora in piena lizza per il titolo, pronto già a valutare le prossime mosse per il futuro.

“Ritorniamo da Vittorio Veneto con punti importanti per il TIVM di zona nord” – conclude Mancin – “e, nelle prossime giornate, ci metteremo a tavolino con lo staff di Gaetani Racing per capire come poter gestire al meglio la seconda parte di questa stagione. Abbiamo la possibilità di fare ancora molto bene ma dobbiamo calcolare al meglio ogni singola mossa per ottimizzarla.”
Fonte: Fabrizio Handel
Foto: Giuseppe Rainieri

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Lussorio Niolu vince il 1° ABC Motor Challenge

Il portacolori dell’ABC Motorsport, Lussorio Niolu al volante di una Suzuki Prosport, ha vinto la prima edizione dell’ABC Motor Challenge organizzata sulla pista di Tramatza dall’ABC Motorsport e dall’associazione Bono Corse. Niolu ha preceduto il compagno di scuderia Roberto Idili su Kawasaki I.R. Sport, mentre sul terzo gradino del podio è salito Enea Carta su

Poker di Faggioli alla Salita del Costo

Un finale mozzafiato consegna al campione fiorentino la quarta vittoria nella cronoscalata vicentina per 4 decimi su Merli. Fazzino completa il podio. Moessler si aggiudica la gara delle auto storiche. È Simone Faggioli ad aggiudicarsi la 31^ Salita del Costo al volante delle Nova Proto NP-01, firmando la vittoria con la quale il pilota fiorentino

Il 48° Trofeo Maremma parla reggiano: vittoria per Tosi-Costi (Skoda)

Il celebre rally organizzato da Maremma Corse 2.0, secondo atto della Coppa di 7^ zona, è rimasto incerto fino all’ultimo metro di gara, con il successo andato all’equipaggio emiliano, passato a condurre da metà gara approfittando del terreno perduto dal locale Alessio Santini (Citroen C3 WRC plus), incappato in una foratura a metà gara, quando

Giandomenico Basso e Lorenzo Granai vincono il 18° Rally Regione Piemonte

Il piota veneto porta al successo la Toyota Yaris Gr con la quale ha esordito al Rally “Il Ciocco”. Seconda posizione per il francese Lefebvre – Terzo Campedelli. Nel CIAR Junior il primo acuto è di Matteo Doretto e Marco Frigo. Rachele Somaschini prima nel femminile. L’appuntamento di apertura del GR YARIS CUP va al

error:
Torna in alto