Ruote nella Storia tra Arvier e Introd

Ruote nella Storia offre una nuova tappa inserita nel suo ricchissimo calendario di appuntamenti che attraversano lo Stivale dall’alto in basso, passando anche per le Isole Maggiori. In questa occasione, il prossimo 29 ottobre, la manifestazione nata dalla volontà di ACI Storico e il fondamentale supporto di Automobile Club d’Italia arriva ad Aosta offrendo un tour turistico e culturale attraverso località ricche di storia, cultura e tradizione.

L’Automobile Club Valle d’Aosta, presieduto da Ettore Vierin e diretto da Fabrizio Turci, organizza quest’anno la sua 3^ edizione di Ruote nella Storia, riproponendo ancora nelle sue terre la valorizzazione e l’importanza del motorismo storico e la ricchezza paesaggistica e artistica dei borghi locali. Il viaggio che le prestigiose vetture d’epoca, protagoniste indiscusse dell’evento, affronteranno il prossimo 29 ottobre sarà alla scoperta di Arvier e Introd passando nel villaggio di Les Combes divenuto famoso quale residenza estiva dei Papi Giovanni Paolo II e Benedetto XVI.
-“Anche per quest’anno l’Automobile Club Valle d’Aosta propone per gli appassionati di auto storiche l’appuntamento di fine ottobre – ha tenuto ad evidenziare il Presidente dell’Ente, Ettore Vierin – un momento sempre piacevole per scambiarsi sensazioni ed esperienze personali legate al mondo dell’auto e di piloti … di tutte le età!”. –

Nel programma è prevista la vista del centro storico di Arvier, un borgo medievale di appena 861 abitanti che si trova sul fondovalle della Dora Baltea e che ospita al suo interno i resti del Castello di La Mothe risalente al Duecento. Ulteriore tappa anche Introd con la visita al suo Castello il cui primo nucleo risale, probabilmente, al XII secolo. Inizialmente consisteva in un mastio quadrato circondato da una cinta di mura, verso il 1260, Pierre Sarriod d’Introd ampliò il castello primitivo che assunse la forma poligonale quasi arrotondata che tuttora lo distingue dagli altri castelli valdostani. Sempre ad Introd i partecipanti all’autoraduno potranno accede al Parc animalier d’Introd, il parco faunistico che si estende per 4 ettari a 880 m di altitudine e ospita diverse specie selvatiche autoctone.

Compagne inseparabili di questo evento le vetture d’epoca che rappresentano la colonna portante dell’evento di ACI Storico. Tra i diversi modelli simbolo di evoluzione tecnica e tecnologica nel motorismo anche una Fiat 1100 103B, una Fiat 850 Sport, una Fiat 124 Spider, una Rover Mini 1300, un’Opel GT 1900, una Volvo 744 GLE e una Lancia Delta HF Turbo 1.6. Queste solo per citare alcuni dei gioielli a quattro ruote che hanno fatto la storia dell’automobilismo e che questa manifestazione intende ricordare e valorizzare.

PROGRAMMA:
ORE 8.30 – 9.30  Registrazione partecipanti e consegna itinerario presso il Comune di Arvier in Via Corrado Gex n.8. Esposizione Auto Storiche e visita del Centro Storico
ORE 9.30 Partenza delle Auto
ORE 10.00 Visita Castello di Introd
ORE 11.00 – 12.00 Visita al Parc Animalier di Introd
ORE 12.00 Aperitivo e visita alla “Maison du Bois”
ORE 12.30 Partenza delle Auto per Les Combes
ORE 13.00 Pranzo presso il Ristorante “Rendez- vous” di Aymavilles
Fonte: Rosario Giordano ufficio stampa Aci Storico

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Il 28 aprile, ad Arzachena, il 3° Raduno Alfa Romeo Club Gallura

Ad Arzachena, domenica 28 aprile, è in programma la terza edizione del Raduno Alfa Romeo Club Gallura. Il programma prevede, alle 8.30, il ritrovo dei partecipanti in via Ruzittu ad Arzachena, alle 10 la partenza con transito in piazza Risorgimento, alle 10.30 il passaggio sulla paratia della diga del Liscia e visita all’olivastro millenario. Alle

Franciacorta Historic 2024: aperte le iscrizioni, c’è tempo fino al 30 marzo

Da oggi è possibile iscriversi online alla 17ª edizione del Franciacorta Historic. La gara, prevista sabato 6 aprile 2024, avrà nuovamente come base logistica la Cascina San Lorenzo di Capriolo in Franciacorta, elegante struttura a un passo dal Lago d’Iseo con un ampio giardino immerso nel caratteristico paesaggio di vigneti e colline, che ospiterà le fasi salienti dell’evento a

error:
Torna in alto