Una fiaccolata a Narcao per dire a gran voce: “NO alla violenza sulle donne”

Tante magliette rosse con la scritta “No violenza sulle donne. Narcao. Fiaccolata 2023”, altrettante candele accese e palloncini rossi anche a forma di cuore, come il cuore e la grande sensibilità che ha dimostrato la popolazione di Narcao in occasione della fiaccolata contro la violenza sulle donne tenutasi venerdì 24 novembre.
Numerose le candele accese che hanno percorso le vie del centro del Sulcis dopo il ritrovo e la partenza da piazza Marconi, di fronte al Municipio – con la facciata illuminata dalle luci rosse – e di fronte alle scarpe rosse, alle panchine e alla fioriera tinta di rosso poste qualche anno fa nella piazza principale di Narcao.
Tante le persone presenti alla fiaccolata di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne per le vie del paese, donne, uomini, ragazzi e bambini, con in mano un palloncino, oppure la candela accesa e il flambeau rosso, ma non sono mancate le persone che, impossibilitate nel partecipare alla fiaccolata, hanno appeso fuori dalla finestra o sul balcone un drappo o un oggetto rosso.
Toccante la testimonianza di una donna che ha avuto il coraggio di raccontare la sua esperienza che, solo grazie all’amore per la figlia e della figlia, è riuscita a superare.
Come ha sottolineato il Sindaco di Narcao, Antonello Cani, la fiaccolata è soprattutto un momento di riflessione: “Narcao dice no alla violenza, alla violenza di qualsiasi genere, in questo caso nei confronti delle donne e lo fa attraverso una fiaccolata, che sicuramente non andrà a cambiare le cose, ma sarà un momento di riflessione e un momento per esprimere la più totale solidarietà alle vittime di violenza. Ora, un pensiero non può che andare a Giulia, la ragazza uccisa qualche giorno fa. Attraverso questa fiaccolata, organizzata in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne in programma il 25 novembre, dobbiamo riflettere su questa tematica che, purtroppo, ancora oggi ci attanaglia”.
In occasione della fiaccolata, oltre al Parroco di Narcao Don Antonio Cherchi, era presente anche l’Assessora con delega alle politiche sociali Ilaria Crobeddu, l’Assessore al turismo, alle attività produttive e all’associazionismo Giovanni Maria Lai e l’Assessore con deleghe alle politiche giovanili, istruzione, sport e cultura Simone Valleri.
Oggi, più che mai, è doveroso ricordare il 1522, numero anti violenza e stalking: “Non sei sola. Chiama il 1522”.
Marzia Tornatore



Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Team Bassano dal “Costo” al “Maremma”

Va in archivio un altro fine settimana che ha visto impegnati i portacolori della scuderia bassanese in quattro diverse gare tra rally, salita e regolarità. Salita, rally e regolarità nello scorso fine settimana per una dozzina di vetture griffate Team Bassano, ben sei delle quali erano impegnate nell’edizione 2024 della Salita del Costo tornata a

MM Motorsport: luci ed ombre tra Tricolore e Coppa Rally di Zona

Il team lucchese archivia il fine settimana recriminando per una sfortunata foratura accusata da Rudy Michelini al Rally Regione Piemonte ma concludendo in “top five” con Roberto Tucci al Trofeo Maremma, contesto che ha garantito conferme anche a Marco Ramacciotti. È un resoconto a due facce, quello analizzato da MM Motorsport a conclusione degli impegni

Esordio stagionale di soddisfazione per Andrea Volpi al Trofeo Maremma

Il pilota elbano è tornato al volante dopo cinque mesi ed ha firmato il quinto posto a Follonica, utile allenamento in vista della gara all’Elba tra dieci giorni. Ha firmato la top five assoluta al 48° Trofeo Maremma, Andrea Volpi, nel week-end appena concluso. Il pilota di Portoferraio, che tornava al volante della Skoda Fabia

error:
Torna in alto