SPAZIO PUBBLICITARIO DISPONIBILE

Albertini e Fappani firmano il poker al 46° Rally 1000 Miglia

Stefano Albertini e Danilo Fappani conquistano il 46° Rally 1000 Miglia, sesto appuntamento del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco 2023, disputato a Brescia nel weekend appena trascorso ed organizzato dall’Automobile Club Brescia.

L’equipaggio di casa ha trovato un feeling perfetto con la Skoda Fabia Rally2 Evo gommata Pirelli e preparata da P.A. Racing per i colori della Scuderia BS Sport, che gli ha permesso di controllare il ritorno di Crugnola sull’ultimo tratto, la sua “Pertiche” davanti ai tantissimi sostenitori che l’hanno accolto a Vestone tra fumogeni azzurri ed applausi. Una festa proseguita poi tra cori, foto e spumante in un Piazzale Arnaldo pieno di appassionati, che dopo la bellissima cartolina offerta venerdì con la cerimonia d’apertura, non ha tradito le attese colorando l’arrivo di una straordinaria cornice.

Una vittoria speciale per Albertini che ha così raggiunto Busseni nella classifica dei piloti bresciani più vincenti di sempre in casa con quattro sigilli, una soddisfazione notevole condivisa con Fappani, che con questo ha accumulato cinque successi al Rally 1000 Miglia, quattro con Albertini e uno con Andrea Dallavilla. Ad aggiungere prestigio a questa vittoria anche il fatto che l’evento è stato inserito quest’anno nel calendario di “Bergamo Brescia 2023 – Capitale Italiana della Cultura”, aumentando il prestigio della corsa.

“Dentro di me ci speravo – ha commentato Albertini al traguardo – sapevo che non sarebbe stato facile però siamo riusciti a fare un bellissimo primo giro. Nel pomeriggio abbiamo perso un pochino di feeling, però ci siamo difesi e alla fine siamo riusciti a vincere. Ci tengo a ringraziare la mia squadra che veramente mi ha messo nelle condizioni di poter fare questo risultato, Pirelli perché gli pneumatici sono stati sempre all’altezza e Danilo che ha fatto la differenza anche oggi”.

Alle sue spalle i neo campioni d’Italia Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto su Citroen C3 Rally2 che inizialmente erano andati in testa dopo la Power Stage d’apertura del venerdì, ma nella lunga frazione di sabato non hanno potuto contenere lo strapotere di Albertini, salvo tentare uno spettacolare attacco sull’ultima prova fermatosi a 2.5 dal successo. Onore a loro per averci provato ed onore anche ad Andrea Mabellini e Virginia Lenzi (Skoda Fabia Rally2 Evo) che hanno concluso al terzo posto, primi di Under 25, dopo aver convinto al loro rientro nella gara di casa, confermando due equipaggi bresciani sul podio e dimostrando la loro crescita e la loro voglia di fare bene.

Appena sotto al podio un altro pilota di Brescia, Luca Bottarelli, navigato dal palermitano Marco Pollicino, su Skoda Fabia Rally2 Evo, che ha conquistato la classifica del Campionato Italiano Promozione dove ora è leader con 8 punti di margine sugli inseguitori. Bottarelli nella prima parte della gara era riuscito a salire al secondo posto, facendo sognare i tanti appassionati con una tripletta recante le effigi della Leonessa, ma un testacoda sulla PS5 gli è costato qualche secondo di troppo e di fatto la possibilità di chiudere a podio. 

Quinta piazza per gli sloveni Bostjan Avbelj e Damijan Andrejka (Skoda Fabia Rally2 Evo) che erano tra i piloti indiziati di una buona prestazione nel pre gara ma hanno avuto qualche difficoltà con una pinza dei freni. Buono comunque il loro esordio al Rally 1000 Miglia dove hanno primeggiato fra gli 11 partecipanti stranieri, provenienti da 10 nazioni diverse.

Sesto posto per Damiano De Tommaso e Sofia D’Ambrosio, particolarmente in difficoltà sulle speciali bresciane dove non sono riusciti a trovare il feeling giusto con la Skoda Fabia Rally2 Evo. Settima posizione per Andrea Mazzocchi e Silvia Gallotti, su Citroen C3 Rally2, ottava per Ivan Ferrarotti e Massimo Bizzocchi (Skoda Fabia Rally2 Evo) rallentati da un testacoda sulla PS5. Buon nono posto per Alberto Dall’Era e Luca Beltrame, su Citroen C3 Rally2, mentre a chiudere la top ten sono stati Liberato Sulpizio ed Alessio Angeli con la loro Hyundai i20 N Rally2.

“Sono veramente entusiasta di questo risultato – ha commentato il Presidente dell’Automobile Club Brescia Cav. Aldo Bonomi al traguardo – anche perché tutto il gruppo di lavoro e la squadra impegnata nell’organizzazione degli eventi sportivi hanno dimostrato ancora una volta di essere all’altezza delle aspettative. Quello che ci interessa per il futuro è continuare a fare del nostro meglio per puntare ancora più in alto. Complimenti a tutti gli equipaggi, in modo particolare a tutti quelli che hanno rappresentato i colori di Brescia, ed un grazie a chi ci ha sostenuto nella realizzazione di questo evento, dalle istituzioni a tutti i nostri partners”.
A festeggiare sulla pedana di Piazzale Arnaldo, dopo una decisiva ultima prova, anche Gabriel Di Pietro ed Andrea Dresti che sulla loro Peugeot 208 Rally4 hanno vinto tra gli equipaggi iscritti al Campionato Italiano Assoluto Due Ruote Motrici al primo successo stagionale. Davide Pesavento e Marco Frigo hanno invece primeggiato tra i piloti ACI Team Italia del Campionato Italiano Assoluto Rally Junior con la Renault Clio Rally5. Vittoria di reazione nella GR Yaris Rally Cup per Simone Di Giovanni ed Andrea Colapietro, che dopo un avvio difficile si sono aggiudicati la gara nel monomarca dedicato alla vettura giapponese.

Il Rally 1000 Miglia ha portato bene ancora una volta a Matteo Giordano e Manuela Siragusa, che con il successo tra le vetture della Suzuki Rally Cup si sono aggiudicati, per il secondo anno consecutivo, la classifica della serie replicando quanto avvenuto dodici mesi or sono sempre sulla pedana di Piazzale Arnaldo.

Nel femminile successo per Rachele Somaschini e la bresciana Arianna Faustini, su Citroen C3 Rally2, mentre l’over 55 è andata a “Pedro”, alla seconda uscita nel CIAR dopo la Targa Florio, navigato in questa occasione da Manuel Fenoli per un equipaggio tutto bresciano.

Bella anche la gara della Coppa Rally di Zona, della quale il 46° Rally 1000 Miglia era un appuntamento a coefficiente 1.5. A vincere, dopo un assolo degno di nota, il varesino Giovanni Dipalma, navigato da “Cobra” su Skoda Fabia Rally2 Evo (nella fotografia sotto) gestita da Erreffe Rally Team per i colori della Scuderia ABS Sport.

La vittoria di Dipalma non è mai stata veramente in discussione, anche se alle sue spalle non sono mancate le sorprese. Medaglia d’argento per il rientrante Andrea Carella con Enrico Bracchi, su Skoda Fabia Rally2 Evo, mentre al terzo posto hanno chiuso Fabrizio Guerra e Giovanni Maifredini, sempre su Skoda Fabia. Solo quarto Ilario Bondioni, vincitore nel 2022, che navigato da Elia Ungaro non ha trovato il consueto feeling e si è dovuto fermare a pochi secondi dal podio. Quinta piazza per l’unica Skoda Fabia RS Rally2 iscritta in gara, nelle mani di Alberto Roveta e Nicolò Gonella.

La gara della Coppa Rally di Zona è stata comunque molto equilibrata, basti pensare che i primi cinque hanno tagliato il traguardo racchiusi all’interno di un solo minuto.

Da segnalare, infine, la partecipazione spettacolare della Citroen C3 WRC Plus portata in gara dal tre volte vincitore del Rally 1000 Miglia Luca Pedersoli. Il pilota di Gavardo ha deliziato il pubblico, guidato dalle note dettate da un navigatore d’eccezione come Andrea Adamo, ex Team Principal di Hyundai Motorsport nel World Rally Championship ed una delle personalità più influenti del mondo rallystico moderno.
Fonte: Ufficio Stampa Rally 1000 Miglia Matteo Bellamoli

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Presentata la 21ª edizione del Rally Italia Sardegna

Svelati anche gli ultimi dettagli della prossima tappa italiana del Mondiale Rally, attesa sugli sterrati dell’Isola dei Quattro Mori dal 30 maggio al 2 giugno. “Il RIS è un patrimonio per il nostro Paese, frutto del solido matrimonio con la Sardegna” ha commentato il Pres. ACI Sticchi Damiani. 87 equipaggi rappresenteranno 34 nazionalità nell’evento iconico

error:
Torna in alto