Balletti Motorsport al ritorno da “Le Mans Classic”

Solo la sfortuna priva di un eccellente risultato la prestazione di Fratti con la Porsche 911 RSR nella manifestazione più importante dell’anno.
 
2023: l’anno in cui ricorre il centenario della prima edizione della “24 ore di Le Mans”, una delle gare più famose al mondo e senza dubbio, la più importante della stagione, nella versione “Classic” che da qualche anno affianca quella per le auto moderne.
All’evento che si è tenuto sul circuito francese da venerdì 30 giugno a domenica 2 luglio, era iscritta anche la Porsche 911 RSR preparata ed assistita dal team dei fratelli Balletti e portata in gara dal pilota Maurizio Fratti che già corse a Le Mans nel 2021 in un’edizione ridotta nei contenuti a causa della pandemia, all’epoca ancora in corso.
Nonostante la difficoltà a reperire gli pneumatici Goodyear che rappresentano il top per la tipologia di gara, un’eccellente soluzione è stata egualmente messa in atto ed il risultato si è visto dai riscontri di prove e qualifiche. Come da regolamento la Le Mans Classic suddivide le vetture in sei “plateau” in base all’anno di costruzione e ciascuna di esse corre tre manches nelle 24 ore di durata della gara. Nella prima, Fratti si esprime al meglio e, in base ai coefficienti assegnati ai piloti, chiude la frazione realizzando la quarta prestazione assoluta. Nella seconda avviene però l’episodio che comprometterà la gara: due vetture che precedevano la Porsche verde si toccano e, per evitare un impatto che avrebbe avuto conseguenze peggiori, Fratti si trovava costretto a puntare verso il guardrail danneggiando la vettura che, una volta portata ai box, con un incessante lavoro di squadra è stata ripristinata e resa disponibile per l’ultima tornata. A confortare pilota e team era un altro ottimo rilevamento cronometrico, purtroppo ininfluente per la classifica finale vista la penalizzazione per non aver portato a termine la seconda; la classifica finale ufficializza la cinquantaseiesima posizione, ma resta comunque la soddisfazione dei riscontri registrati nei due parziali corsi senza problemi facendo segnare il miglior tempo di 4’50 nel giro e con la velocità massima che ha toccato quota 258 chilometri/ora confermando la perfetta resa del mezzo, con grande soddisfazione per Fratti e per la Balletti Motorsport.
Archiviata la Le Mans Classic, un altro prestigioso appuntamento è in arrivo nel fine settimana con l’edizione 2023 della Cesana – Sestriere, cronoscalata valevole per il Campionato Italiano Velocità Salita Auto Storiche. Tre le vetture curate dalla Balletti Motorsport che affronteranno la gara torinese: la BMW M3 di Massimo Perotto, la Porsche 911 RSR di Giuliano Palmieri e la BMW 2002 Ti di Luca Prina Mello.  
Ulteriori informazioni sull’attività dell’azienda al sito web http://www.ballettimotorsport.it/new/.
Fonte: Ufficio Stampa Balletti Motorsport Andrea Zanovello
Foto: Balletti Motorsport

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Telegram
Email
continua con gli

Articoli Correlati

Il 28 aprile, ad Arzachena, il 3° Raduno Alfa Romeo Club Gallura

Ad Arzachena, domenica 28 aprile, è in programma la terza edizione del Raduno Alfa Romeo Club Gallura. Il programma prevede, alle 8.30, il ritrovo dei partecipanti in via Ruzittu ad Arzachena, alle 10 la partenza con transito in piazza Risorgimento, alle 10.30 il passaggio sulla paratia della diga del Liscia e visita all’olivastro millenario. Alle

Franciacorta Historic 2024: aperte le iscrizioni, c’è tempo fino al 30 marzo

Da oggi è possibile iscriversi online alla 17ª edizione del Franciacorta Historic. La gara, prevista sabato 6 aprile 2024, avrà nuovamente come base logistica la Cascina San Lorenzo di Capriolo in Franciacorta, elegante struttura a un passo dal Lago d’Iseo con un ampio giardino immerso nel caratteristico paesaggio di vigneti e colline, che ospiterà le fasi salienti dell’evento a

error:
Torna in alto